Home Salute & Benessere Ecco come si comporta il tuo cervello quando è sotto stress

Ecco come si comporta il tuo cervello quando è sotto stress

CONDIVIDI

Perdere la calma quando succede l’imprevisto può avere risultati disastrosi. Ma puoi allenare la tua mente a gestire il caos.

Cervello: ecco come appare sotto stress

Ecco com’è il tuo cervello sotto stress

Tutti noi sperimentiamo momenti poco piacevoli. Dal lasciarsi con una persona, alla perdita del lavoro, terremoti, emergenze mediche: qualunque sia la situazione, la prima cosa che probabilmente fai è andare fuori di testa.

Mentre molti di noi pensano che siamo lucidi in una crisi, la scienza ci dice che raramente lo siamo. Al momento abbiamo bisogno di essere acutamente consapevoli di ciò che ci circonda, la nostra attenzione può penetrare nella cosa più spaventosa della scena, lasciandoci ignari degli altri luoghi, suoni e persino odori intorno a noi.

La nostra capacità di ricordare le cose viene compromessa; ci si può dire qualcosa e due secondi dopo dimenticarla. E saltiamo alle conclusioni. Quando siamo fuori di testa, siamo tutt’altro che al meglio.

Queste normali reazioni umane possono essere invertite. Ai pompieri, ai Navy SEAL e ai cecchini vengono insegnati come ridurre rapidamente la pressione sanguigna, le pulsazioni cardiache e le velocità respiratorie, oltre a contribuire a frenare i sistemi nervosi eccessivamente reattivi.

Puoi imparare queste tecniche in pochi minuti. Una volta che ti calmi, ti imbatterai nella sfida più ignorata di qualsiasi situazione di crisi, identificando con precisione in che cosa consiste davvero tutto il trambusto.

Siamo in grado di diagnosticare erroneamente i problemi durante i momenti di crisi perché non li controlliamo. Pensa in anticipo in modo che tu possa solo accendere la soluzione quando è in programma.

Questo è il motivo per cui gli assistenti di volo ti suggeriscono di trovare l’uscita più vicina prima di partire, quindi non devi andare a fare shopping dopo che l’aereo ha preso fuoco o sta affondando in un fiume.

Pertanto, come per i corpi speciali – e non solo – bisogna saper gestire con le tecniche per tenere sotto controllo lo stress.