Home Salute & Benessere Dieta Duke per dimagrire velocemente: -6 chili in 1 mese. Come funziona?

Dieta Duke per dimagrire velocemente: -6 chili in 1 mese. Come funziona?

CONDIVIDI

Tutto quello che c’è da sapere sulla famosa Dieta Duke: il percorso alimentare che ti fa perdere 6 chili in mese con pochi semplice regole.

dieta Duke

La dieta Duke è molto efficace e piuttosto semplice da seguire: poche semplici regole da mettere in pratica e il gioco è fatto.

Perdi fino a 6 chili in 1 mese con questa dieta, scopri come fare.

Identikit della Dieta Duke

Nel 1970 è nata questa dieta rivoluzionaria super efficace nell‘aiutare i pazienti affetti da obesità a dimagrire in modo facile e veloce.

Una dieta con delle regole da rispettare che vi darà dei risultati straordinari se fatta con criterio e dedizione ma soprattutto se abbinata a della regolare attività sportiva.

La dieta Duke è stata sviluppata da alcuni studiosi della Duke University: potrete perdere dai 6 agli 8 chili in 4 settimane di programma alimentare. L’aspetto più importante? Non li riprenderete più in futuro, addio effetto yo-yo.

La dieta Duke è completa: mangerai un po’ di tutto dalla terza settimana, le prime due sono molte rigide perché dovrai dare una bella smossa al tuo metabolismo.

4 pasti solidi da consumare entro le 15 con specifici alimenti ad ogni fase: questa è la regola principale da seguire.

Ecco come fare la dieta Duke in modo semplice ed efficace.

Le regole da seguire

La Dieta Duke si divide in 4 cicli, un ciclo per settimana: le regole e i cibi che potrete mangiare variano in base a quale fase state affrontando.

La prima fase coincide con la prima settimana, la seconda fase con la seconda e così via: la prima settimana è quella più rigida e difficile.

La regola fondamentale della dieta Duke è il numero di pasti e l’orario entro il quale farli: 4 pasti totali (di cibo solito) da consumare tutti entro le 15.00. Questo significa che ovviamente la vostra cena sarà composta di liquidi. Vediamo nel dettaglio come funziona con qualche esempio.

Esempio fase per fase

Nella prima fase la colazione può esser fatta con 2 uova sode e 2 fette di affettato magro oppure un frullato composto da 1/3 avocado, 1 cetriolo, limone, acqua e 2 cucchiai di eritritolo. In accompagnamento un caffè, una tisana oppure un tea senza zucchero.

Il primo spuntino potrete farlo verso le 10.30 mangiando verdure crude a volontà e 30g di formaggio.

Successivamente a pranzo verso le 13.00 potrete mangiare una porzione di un cibo proteico (carne, uova, pesce, proteine vegetali come seitan e tofu, formaggio o affettati) con 2 porzioni di insalata e 1 di verdure a vostra scelta.

Alle 14.50 potrete consumare il vostro ultimo pasto solido della giornata mangiando 5 fette di petto di tacchino arrosso o bresaola oppure 40g di formaggio con una tisana.

A cena verso le 20.00 non potrete mangiare nulla di solito: sarà concesso assumere soltanto tisana, tea, caffè oppure del brodo, nient’altro.

Nella seconda fase potrete mangiare tutto quello che avete mangiato nella prima fase e in aggiunta avete anche due porzioni di frutta al giorno. Dovrete consumarle obbligatoriamente dopo colazione e dopo pranzo.

Nella terza fase potrete reinserire nel programma alimentare anche la pasta il riso e i legumi carboidrati: potrete mangiare 50g di pasta o riso integrale a pranzo e 150g di legumi lessati a vostra scelta per cena.

Durante la quarta fase siete molto più liberi. A colazione potete mangiare uno yogurt magro con 50g di cereali non zuccherati oppure 3 fette biscottate con latte e caffè. In alternativa se preferite una colazione salata scegliete 1 uovo, formaggio magro e caffè. Gli altri pasti rimangono invariati.