Home Salute & Benessere Dieta del fegato per proteggerlo dagli eccessi del Natale

Dieta del fegato per proteggerlo dagli eccessi del Natale

CONDIVIDI

Fai attenzione ai danni che potrebbero scaturire dal  mangiare e bere troppo durante le feste di Natale.

dieta del fegato per natale
dieta del fegato per natale

Non vedi l’ora di mangiare, bere ed essere allegro in questa stagione delle vacanze?

Se stai vivendo con o sei a rischio di malattie del fegato, fai attenzione: i medici affermano che questo periodo dell’anno può causare danni a lungo termine alla tua salute. Ecco la dieta del fegato da attuare per proteggerlo dagli eccessi alimentari delle festività.

Cosa può succedere al fegato durante le feste

Arriva Natale e gli eccessi alimentari sono dietro l’angolo: troppo cibo e alcool, infatti, possono creare danni alla salute, ma soprattutto al fegato anche per le persone che non hanno particolari patologie e sono sane come un pesce.

Poiché il fegato è il filtro primario del tuo corpo, l’eccessiva indulgenza può influire sulla capacità del corpo di rintracciare gli elementi cattivi, tra cui alcol, acidi grassi, colesterolo e altre sostanze nocive.

Bere troppo può causare infiammazione e, infine, uccidere le cellule del fegato, lasciando del tessuto cicatriziale al suo posto. Troppo tessuto cicatriziale può far emergere o peggiorare la cirrosi.

Dieta del fegato per affrontare al meglio il Natale

Senza creare semplici allarmismi, è bene tenere sotto controllo il fegato e trattarlo con i guanti, sia prima che durante le feste di Natale.

Pertanto, puoi attuare una dieta del fegato che prevede le seguenti azioni.

A colazione, un bicchiere di latte parzialmente scremato, accompagnato da 40 grammi di pane tostato o tre fette biscottate integrali. Puoi anche aggiungere due cucchiaino di miele o di marmellata, all’occorrenza.

Lo spuntino prevede una pera o una mela. A pranzo del pesce bollito (150 grammi), con contorno di verdure verdi o carote (massimo 250 grammi). Puoi condire con due cucchiaini di olio extravergine di oliva.

A merenda è previsto uno yogurt semplice o con pezzi di frutta. Per cena, invece, 150 grammi di carne bianca, come pollo, tacchino, vitello, coniglio con 250 grammi di verdura o funghi, con 40 grammi di pane tostato e anche un frutto a scelta tra kiwi e arancia.