Home Salute & Benessere Sei un po’ giù durante le feste? Ecco come combattere la depressione...

Sei un po’ giù durante le feste? Ecco come combattere la depressione natalizia

CONDIVIDI

Scopri perché le persone si deprimono durante le vacanze e come superare la tristezza di fine anno.

depressione natalizia
depressione natalizia

Depressione natalizia in agguato? Fra poco arrivano Natale e Capodanno e tutti sembrano trasudare allegria. Quindi cosa fai quando il mondo intorno a te è avvolto in rosso e verde e ti senti giù?

La tristezza natalizia è molto più comune di quanto si pensi. Secondo, sii gentile con te stesso. Ecco qualche rimedio per combattere la depressione natalizia.

Solitudine

Per le persone che vivono lontano dalla famiglia, le vacanze possono essere particolarmente difficili.

Anche se desiderano la compagnia, le persone sole possono isolarsi ancora di più lasciandole tali è ancora peggio.

Rimedi:

Resistere alla tentazione di chiudersi in se stessi. Alzati e muoviti anche se è solo per una serie di brevi escursioni nel tuo bar o libreria preferiti.

L’obiettivo è stare attorno alle persone. Avere una breve conversazione o semplicemente scambiare sorrisi solleva il tuo umore, afferma Kenneth Yeager, direttore clinico del programma Stress, Trauma and Resilience (STAR) presso il Wexner Medical Center della Ohio State University.

Trova nuovi modi per tenerti occupato in modo da non soffermarti sulla solitudine. Prenota un tour e vedi la città in cui vivi attraverso gli occhi di visitatori entusiasti, suggerisce lo psicoterapeuta ed esperto di traumi Ross Rosenberg di Clinical Care Consultants ad Arlington Heights, Illinois.

Il solo fatto di far parte di un gruppo animato può rigenerarti. O fai volontariato in un rifugio per animali o da qualche parte che ti fa uscire di testa mantenendo il tuo spirito impegnato e sollevato.

Chiama qualcuno che pensi possa sentirti come te. Potresti scoprire che quella persona è felice di chiacchierare o condividere del tempo con te. “Prova il piacere della connessione senza la paura del rifiuto“, aggiunge Rosenberg.

Perdita

Se hai a che fare con la perdita di una persona cara, l’idea di provare felicità durante le vacanze potrebbe farti sentire in colpa o irriverente nei confronti del ricordo di quella persona.

Rimedi:

Provano tutti un certo grado di colpa i sopravvissuti, afferma il dottor Yeager. Ma è importante non lasciare che “le aspettative su come dovresti sentirti dipendano da come ti senti realmente“, dice.

Essere rispettosi di quelli che abbiamo perso dovrebbe includere ricordi di bei momenti insieme. Un sorriso è tanto amorevole quanto una lacrima“.

Anche se non dovresti sentirti in colpa, va bene sentirti triste e riconoscere a te stesso e agli altri che ti manca la persona amata.

Passato festivo mancante

I ricordi e le tradizioni sono una parte importante delle vacanze. Se le tue attuali circostanze di vita non sono le migliori, potresti rimanere impaziente di desiderare i tempi più felici del passato a spese del presente.

Rimedi:

Crea nuove tradizioni. Non ci sono regole rigide per come dovrebbe essere la tua vacanza. Se sei preoccupato che ripetere una vecchia tradizione ti renderà triste, reinventala per il momento. Prepara quella ricetta per biscotti di famiglia.

E se è troppo difficile rimanere dove sei, concediti il ​​permesso di andare in un posto che non contiene alcun ricordo.

Prenota un hotel in una città vicina o in una città lontana, pianifica alcune attività, acquista un regalo e goditi l’anonimato, suggerisce Rosenberg.

In definitiva, battere il blues invernale delle vacanze significa rimanere “fedeli a chi sei“, afferma il dottor Yeager.

Ciò può significare dire “sì” alle feste e ai raduni, sapendo che puoi sempre partire, se necessario. Significa rispettare i tuoi limiti senza soccombere all’autoisolamento. Significa darti credito per essere il più allegro possibile.

E, soprattutto, significa riconoscere ed essere grato per tutte le piccole gioie e i momenti di felicità nella tua vita.