Home Casi Denis Bergamini, ricostruito il movente del delitto. Le ombre di Isabella: “Gelosa...

Denis Bergamini, ricostruito il movente del delitto. Le ombre di Isabella: “Gelosa e possessiva”

CONDIVIDI

L’ex fidanzata del calciatore è accusata di omicidio pluriaggravato. Inizialmente la morte del centrocampista era stata archiviata come un suicidio.

movente omicidio Denis Bergamini

Il delitto sarebbe stato architettato in famiglia, a seguito anche di un aborto che l’avrebbe “disonorata”.

La morte di Denis Bergamini

Era il 18 novembre del 1989 quando il centrocampista del Cosenza, Donato Denis Bergamini, venne trovato senza vita sulla statale 106 di Roseto Capo Spulico.

Inizialmente si pensò che Bergamini si fosse tolto la vita gettandosi sotto un camion e la sua morte venne archiviata come suicidio.

A rendere testimonianza a favore della tesi suicida era stata la sua ex fidanzata, Isabella Internò, che quella sera era in auto con lui.

“SI È TUFFATO SOTTO IL TIR”

aveva raccontato la giovane.

Cinque anni fa è stata riaperta l’indagine per la morte del calciatore.

Il corpo venne riesumato e tramite un nuovo esame autoptico è stata chiarita la vera causa della morte.

Leggi anche –> Dramma nel Nolano, si toglie la vita lanciandosi dalla finestra: Irma De Luca muore a 26 anni

Denis Bergamini è morto per asfissia, dopodiché era stato gettato il corpo sotto il camion simulando il suicidio.

Lo scorso 2 marzo la Procura di Castrovillari ha notificato l’avviso di chiusura delle indagini a Isabella Internò. 

La posizione dell’autista del camion, che inizialmente era stato indagato per favoreggiamento, è stata definitivamente archiviata.

Emerge il movente del delitto

Isabella Internò avrebbe voluto diventare sua moglie, ma quando si era resa conto che la storia con Bergamini era ormai al capolinea, aveva architettato il delitto del suo ex.

“Ricorreva a forme di controllo continue e asfissianti, tipo quella di nascondersi per spiare Denis quando tornava a casa”

si legge nei faldoni dell’inchiesta.

Isabella avrebbe agito da donna ferita, inscenando il suicidio di Bergamini, che aveva iniziato un’altra frequentazione.

Come riferisce La Stampa, secondo la Procura di Castrovillari: quello di Bergamini sarebbe stato un omicidio deciso in famiglia, per via di un aborto che l’aveva “disonorata”.

I genitori della Internò sarebbero stati a conoscenza delle intenzioni di Isabella.