Home Salute & Benessere Demenza e Morbo di Alzheimer: ecco le differenze

Demenza e Morbo di Alzheimer: ecco le differenze

CONDIVIDI

Ci sono 47 milioni di persone che sono affette da demenza in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Anche se la demenza e il morbo di Alzheimer possono essere usati in modo intercambiabile, ci sono importanti differenze tra loro. Ecco cosa devi sapere.

Demenza vs Alzheimer

La demenza è un termine generico che indica sintomi come la memoria alterata e il pensiero che interferisce con la vita quotidiana;

La malattia di Alzheimer è un tipo specifico di demenza. Altri tipi di demenza includono la demenza vascolare, la demenza con corpi di Lewy, la demenza frontotemporale, il morbo di Parkinson e la malattia di Huntington.

“Il morbo di Alzheimer è la forma più comune di demenza: circa il 60-70% delle volte un paziente affetto da demenza ha il morbo di Alzheimer”, dDice Richard Isaacson, direttore della Clinica di prevenzione dell’Alzheimer, New York-Presbyterian/Weill Cornell Medical Center.

La ragione per cui si sente parlare dell’Alzheimer più spesso non è solo perché è il tipo più comune di demenza, ma anche perché “la scienza alla base dell’Alzheimer è la più avanzata tra tutte le demenze“, afferma il dott. Isaacson.

Le cause della demenza sono diverse

Una malattia medica, un problema metabolico (come un problema nutrizionale o tiroideo), una malattia vascolare (come un ictus) o, raramente, malattie infettive possono influenzare le cellule cerebrali, possono causare la demenza.

Quando i livelli della serotonina dei neurotrasmettitori sono bassi, potresti avere problemi a prestare attenzione. E quando sei distratto, hai difficoltà a ricordare le cose, che possono manifestarsi come demenza.

D’altra parte, l’Alzheimer ha le sue origini. È una malattia del cervello caratterizzata da depositi di placche di beta-amiloide e proteine ​​chiamate tau che danneggiano le cellule nelle regioni del cervello che controllano funzioni del pensiero, della memoria e del ragionamento.

Diversi fattori possono entrare in gioco

C’è anche quella che si chiama demenza mista, nel senso che ci sono più condizioni che si uniscono che portano all’insorgere della malattia.

“I pazienti che hanno l’Alzheimer hanno anche una malattia vascolare che peggiora i sintomi cognitivi‘, afferma Dr Isaacson. Anche l’Alzheimer e la demenza a corpi di Lewy insorgono insieme.

I sintomi possono essere davvero simili

Perdere di nuovo le chiavi, dimenticare dove hai parcheggiato, sono i problemi di memoria di base, quindi come fai a sapere quando si attraversa la linea verso la demenza o il morbo di Alzheimer?

Secondo l’Alzheimer’s Association, affinché a una persona possa essere diagnosticata la demenza, due cose devono essere “significativamente compromesse“:

  • memoria, comunicazione e linguaggio, capacità di concentrazione e attenzione, ragionamento e giudizio e percezione visiva.
  • Quando si parla di Alzheimer, l’associazione nota che potresti dimenticare nuove informazioni o scoprire che devi chiedere ai familiari di ricordare fatti importanti.

Potresti essere in grado di prevenire l’Alzheimer

Uno studio del 2014 pubblicato su The Lancet Neurology, afferma che la riduzione di alcuni fattori di rischio può ridurre l’insorgere dell’Alzheimer del 33%.

I modi più importanti per prevenire l’Alzheimer:

  • controllare il diabete e l’ipertensione
  • ridurre il peso se obesi
  • rimanere attivi
  • curare la depressione
  • non fumare
  • istruirsi di continuo.

Uno studio del 2017 aggiunge che restare socievoli (passare del tempo con amici e familiari) e gestire la perdita dell’udito sono presenti nella lista dei fattori controllabili nella prevenzione della demenza.