Home Casi Davide Astori, medici accusati di omicidio: la verità dietro la sua morte

Davide Astori, medici accusati di omicidio: la verità dietro la sua morte

CONDIVIDI

La morte di Davide Astori non si può dimenticare e ora i due medici sono accusati di omicidio, perché il calciatore si sarebbe potuto salvare

Davide Astori, medici accusati di omicidio: la verità dietro la sua morte

Davide Astori è morto il 4 marzo del 2018 e dal quel giorno le domande in merito al suo decesso sono state tantissime. L’agghiacciante verità è che si sarebbe potuto salvare e curare in tempo, per questo ora i due medici rischiano grosso.

Le indagini sul decesso

E’ passato poco più di un anno quanto il calciatore Astori non si è presentato a colazione, durante il ritiro del pre partita con l’Udine. Una volta che il medico è salito in camera e l’ha fatta aprire dallo staff preposto, si è trovato dinanzi ad una scena triste e inimmaginabile – gettando nello sconforto familiari, colleghi e tifosi.

Ma, come riportato da Il Mattino, la procura di Firenze ha chiuso le indagini sulla sua morte e per i due medici coinvolti Francesco Stagno e Giorgio Galanti. Si è arrivati alla conclusione che se il calciatore fosse stato curato in tempo, il decesso si sarebbe potuto evitare.

Le condizioni di Astori

Il calciatore Astori sarebbe dovuto essere messo sotto osservazione con esami approfonditi sulle extrasistole che sono comparse durante le visite del 2014 – 2016 e 2017 – invitandolo quindi a rallentare o interrompere la sua professione per curarsi ed evitare il terribile epilogo.

Francesco Stagno – Direttore sanitario di Medicina dello Sport a Cagliari – e Giorgio Galanti – Direttore sanitario di Medicina dello Sport all’Aouc di Careggi sono quindi accusati di non aver svolto le cure in maniera corretta nei confronti dell’atleta.

Nei prossimi mesi i due medici potrebbero rischiare il processo per omicidio, aggiungendo anche che Stagno si era avvalso della facoltà di non rispondere  – ora chiede di poter essere interrogato dal PM visto l’epilogo che si sta prospettando.

I PM, infatti, scrivono che:

“stagno e galanti in un concorso di cause tra loro indipendenti, avrebbero provocato il decesso di astori”

Evidenziando che la sua morte è stata causata da

“aritmie comparse nell’esame sotto sforzo ma non tenute in considerazione”