Home Salute & Benessere Curcuma, il rimedio naturale per trattare e curare la psoriasi

Curcuma, il rimedio naturale per trattare e curare la psoriasi

CONDIVIDI

Soffri di Psoriasi? Ecco perchè trattarla e alleviare la sua sintomatologia in maniera del tutto naturale, grazie alle proprietà antinfiammatoria della curcuma.

La psoriasi rappresenta una malattia infiammatoria cronica della pelle, la cui patogenesi è dovuta a fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. Questa si manifesta con delle placche che non sono altro che sezioni della pelle in cui, la pelle si accumula in maniera rapida, ispessendosi e generando di conseguenza dolorose e pruriginose lesioni dall’“aspetto squamoso”.

Trattarla e curarla in maniera del tutto naturale si può, grazie alle potentissime proprietà antinfiammatorie e antiossidanti della curcuma, la quale secondo alcuni recenti ricerche effettuate e pubblicate dall ’Iraniana Journal of Pharmaceutical Research sarebbe un vero toccasana per la pelle nella cura e trattamento della psoriasi.

La ricerca è stata effettuata su un gruppo di volontari affetti da psoriasi a cui è stato somministrato un preparato a base di curcuma per 9 settimane, a seguito delle quali è stata “osservata una notevole riduzione delle lesioni”.

Ciò è possibile grazie alla riduzione “delle citochine proinfiammatorie (IL-17; TNF-alfa; IFN-gamma; IL-6) e la riduzione delle cellule che promuovono l’infiammazione”, che fanno si che venga inibita la “proliferazione delle cellule psoriasiche”.

Questo avviene, secondo quanto dichiarano gli esperti grazie alla curcuma la quale “stimolerebbe la sintesi di proteine come involucrina e filaggrina”, importanti per un corretto funzionamento della pelle.

Un ulteriore studio sul caso, pubblicato sul Journal of American Academy of Dermatology, ha poi dato conferma dei benefici della curcuma, attraverso l’assunzione per via orale della curcumina, su persone affette da psoriasi. per questa ragione la  Food and Drug Administration americana ha definito la curcuma, come una  sostanza “sicura” per i suoi effetti positivi, senza il verificarsi di effetti collaterali.