Home News Cristina Chiabotto strozzata dai debiti: ha perso tutto! Per lei il salva-suicidio

Cristina Chiabotto strozzata dai debiti: ha perso tutto! Per lei il salva-suicidio

CONDIVIDI

L’ex miss Italia ha perso tutto per via dei debiti accumulati. Le rimarrà poco o nulla dell’impero costruito.

Cristina Chiabotto problemi col fisco

Cristina Chiabotto è in guai seri con il Fisco e l’unica via di uscita sembra il salva suicidi.

La bellissima torinese è conosciuta da tutti gli italiani per essere diventata Miss Italia. Da quel momento la sua carriera ha preso il volo tra passerelle e programmi televisivi che l’hanno fatta amare per la sua serietà e grande dedizione alla professione.

Un colpo di fulmine con Fabio Fulco durante la partecipazione a Ballando con le Stelle di Milly Carlucci e una relazione durata 12 anni. Per chi pensava che questo sarebbe stato l’uomo della sua vita ha dovuto fare i conti con la realtà: infatti la Miss lo ha lasciato e si è sposata con Marco Roscio nella bellissima cornice della Reggia di Venaria.

Spettacolo e gossip a parte oggi è nei guai con il Fisco.

In vendita i suoi negozi per un debito a 6 zeri

Miss Italia è nei guai seri, accumulando un debito di oltre 2,5 milioni di euro alla Agenzia delle Entrate. Per questo motivo ha mandato avanti la procedura di liquidazione dei suoi negozi attuando la legge salva suicidi.

Il Tribunale di Ivrea – nella persona del giudice Matteo Buffoni – ha accolto la sua istanza procedendo come per legge. Il giudice evidenzia nel suo decreto che:

“la posizione debitoria della chiabotto si è manifestata in modo prorompente dal 2014”

A seguito delle verifiche effettuate dalla Guardia di Finanza nel periodo che va dal 2008 sino al 2013. Queste hanno portato ad un “comportamento accertato elusivo ovvero non fraudolento” con un reddito superiore rispetto a quello da lei dichiarato.

Tutte le cartelle della Agenzia delle Entrate – accumulate e sommate negli anni con il mancato versamento delle imposte nel 2014 e 2015 – ha portato il debito ad una cifra pari a 2,5 milioni di euro.