Home News Crisi di Governo: la verifica di fattibilità di un Conte Ter

Crisi di Governo: la verifica di fattibilità di un Conte Ter

CONDIVIDI

Un’altra mattinata di consultazioni per la crisi di Governo. Per Di Maio un nuovo governo serve subito ma deve essere forte.

crisi di governo

Fico, in merito alla crisi di governo, sta verificando la fattibilità di un eventuale governo Conte Ter.

Seconda giornata di consultazioni

Crisi di Governo: Fico è al lavoro anche di domenica per la seconda giornata di consultazioni. In particolare, il presidente della Camera, nella giornata odierna, si è occupato di verificare la fattibilità di un governo Conte Ter.

Una verifica che è partita dalla verifica dall’attuale maggioranza con il partito Italia Viva. I colloqui sono iniziati nella mattinata di oggi, attorno alle 10. E’ toccato, in particolare, ai così detti piccoli. Tra questi gli Europeisti che si sono detti favorevoli ad un ipotetico governo Conte.

Ricardo Merlo,  a nome del gruppo, ha affermato, come ha riportato Repubblica:

“Siamo pronti a un programma di legislatura e la persona giusta per portare avanti questo programma e guidare un governo è Giuseppe Conte”.

Come da programmazione, poi, è toccato a Autonomie (Svp-Patt, Uv), attorno alle 11:20. Il gruppo si è detto pronto ad un nuovo governo Conte al fine di ottenere una soluzione quanto più rapida è possibile.

Sono stati ascoltati anche gruppo parlamentare misto Centro Democratico- Italiani in Europa, Maie-Movimento associativo Italiani all’estero-Psi, le Minoranze linguistiche. Il cronoprogramma è terminato alle 14:00. Una risposta dovrà arrivare entro martedì prossimo.

Le parole di Di Maio

Luigi Di Maio ha tornato ad esprimersi a favore di Conte, stavolta attraverso la sua pagina Facebook. Fatto sta che, per il deputato, il governo dovrebbe essere creato in fretta ma, al tempo stesso, dovrebbe essere anche forte.

Anche Alessandro Di Battista ha voluto dire la sua attraverso il suo profilo Facebook, schierandosi nuovamente contro il leader Iv.

Intanto, Renzi ha chiesto a Fico un contratto perché, a sua detta, devono venire prima i contenuti e poi il capo del governo eventuale.