Home News Crew Dragon, lanciata la navicella “taxi” per la Nasa

Crew Dragon, lanciata la navicella “taxi” per la Nasa

CONDIVIDI

La Crew Dragon, definita la navicella taxi per la Nasa è partita per una missione di 180 giorni. Ecco i dettagli!

Crew Dragon, lanciata la navicella "taxi" per la Nasa

Dopo nove anni dal ritiro dello Shuttle, ecco una nuova avventura per la Nasa e la Crew Dragon, partita per una missione di 180 giorni.

La missione della navicella taxi

Una nuova straordinaria avventura e, dopo il rinvio per il passaggio della Tempesta Eta, finalmente il lancio di debutto della nuova navicella taxi che raggiungerà la stazione spaziale ISS. La partenza è avvenuta alle 1.27 di questa notte a ora italiana da Cape Canaveral ed è considerato un vero viaggio storico in considerazione delle nuove attività cosmiche in essere.

Questa navicella è stata fondata da Elon Musk e a bordo ci sono quattro astronauti. Un servizio taxi – come viene definito – per la Nasa che accompagnerà quattro veterani e un passeggero internazionale giapponese, l’unico a poter viaggiare su una navicella privata ma con grande esperienza sullo shuttle e sulla Soyuz: un curriculum di tutto rispetto con esperienza su tre veicoli spaziali completamente differenti.

Come si legge su Il Corriere della Sera, l’arrivo della navicella è previsto per domani alle 5 del mattino ora italiana.

Secondo viaggio su Marte

Se questo primo viaggio andrà bene e tutto si svolgerà per il meglio, il futuro di questa navicella è già segnato. Infatti c’è un’altra spedizione prevista per marzo 2021.

Non solo, Boeing è in preparazione per una spedizione della navicella Starliner per il prossimo dicembre ma senza alcun uomo a bordo: la missione è quella di raggiungere la stazione e poi tornare sulla Terra senza alcuna problematica. Questo per rimediare agli errori precedenti, quando il software del personal computer di bordo stava per distruggere l’intero abitacolo. Solo un intervento da Terra è riuscito a scongiurare il peggio con un atterraggio in New Mexico.

Quale sarà la prossima avventura?