Home News Covid, superati i 25 milioni di casi. I negazionisti protestano in Europa

Covid, superati i 25 milioni di casi. I negazionisti protestano in Europa

CONDIVIDI

Dilagano le manifestazioni dei negazionisti del covid nelle principali città europee. Sarebbero quasi 30mila i cittadini ad aver marciato su Berlino.

Negazionisti covid
Nella manifestazione di Berlino sono state arrestate 300 persone.

Nonostante la pandemia da Covid non accenna a placarsi nel mondo, sono sempre più crescenti le proteste dei cosiddetti “negazionisti”. Quest’ultimi sarebbero presenti soprattutto nelle principali città dell’Europa.

Un contagiato su dieci sarebbe americano secondo gli ultimi dati

Delle proteste che vanno sicuramente in controtendenza con il numero elevato di contagiati totali riportati dall’inizio della pandemia. Secondo le fonti ufficiali, infatti, sono più di 25 milioni i casi di coronavirus in tutto il mondo, di questi la metà solo negli Usa.

La situazione, inoltre, resta drammatica anche nei paesi del sud America dove il Brasile ha appena raggiunto i 120mila morti. Molto meno preoccupante la situazione di India e Cina dove il numero dei contagiati sembra decisamente in riduzione.

In migliaia, infatti, tra Berlino, Parigi e Londra hanno manifestato contro i vari governi per le misure restrittive imposte nei rispettivi paesi.

Sarebbero 300 i negazionisti arrestati a Berlino

Solamente a Berlino, inoltre, sarebbero state quasi 30mila le persone a marciare in segno di protesta. Di queste, sarebbero state 300 quelle arrestate dalle forze dell’ordine tedesche, intervenuta per disperdere la marcia.

Nella manifestazione è stata arrestato persino Attila Hildman, noto difensore delle teorie complottiste legate al covid. L’intervento della polizia, inoltre, si è reso necessario perchè il corteo non rispettava le misure di distanziamento sociale.

Approfittando di questo momento di confusione, inoltre, come riportato da La Stampa, circa 3mila rappresentanti dell’estrema destra ne avrebbero approfittato per attaccare la polizia.

Da qui sono partiti violenti scontri come raccontato dal consigliere per l’Interno di Berlino, Andreas Geisel. Inoltre, nelle colluttazioni sarebbero rimasti feriti 7 poliziotti.

Decisamente meno drammatica la situazione a Londra dove circa un migliaio di persone si è radunato per protestare a Trafalgar Square. Anche in questo caso, come auspicabile, i negazionisti non hanno rispettato le distanze di sicurezza sociale, oltre a non indossare la mascherina.

“Solamente” 300 i manifestanti a Parigi i quali nel pomeriggio di ieri, sabato 29 agosto, si sono radunati a Place de la Nation per inveire contro l’uso della mascherina.