Home Lifestyle Cosa pensa il tuo cane in fin di vita? Cosa non dovresti...

Cosa pensa il tuo cane in fin di vita? Cosa non dovresti mai fare nei suoi ultimi istanti

CONDIVIDI

Cosa pensa il proprio animale domestico prima di lasciarci? Alcuni studi rivelano cosa pensa Fido nei suoi ultimi momenti. Cosa non dovresti mai fare.

Tutti i padroni di animali domestici si domandano almeno una volta cosa abbia potuto pensare il suo animale prima di morire.

Ci sono degli studi e delle ricerche che hanno chiarito cosa pensa Fido nei suoi ultimi istanti e soprattutto cosa il padrone non dovrebbe mai fare.

Perdere Fido, un lutto che addolora

Purtroppo non esiste un manuale che possa insegnare all’uomo come reagire al lutto: perdere un familiare, un amico e anche un animale domestico può essere devastante.

Perdere il proprio animale a 4 zampe è un vero lutto, specialmente se in vita veniva trattato come un vero e proprio membro della famiglia.

Non bisogna sottovalutare la morte del proprio animale, è un evento importante e potenzialmente distruttivo per il padrone. In molti casi il proprio animale domestico rappresenta molto di più di un ‘cane’ o di un ‘gatto’, è invece una presenza importante e cardine della nostra esistenza.

Con il nostro animale domestico scambiamo emozioni ed esperienze, belle e brutte, che per la vita ci porteremo nel cuore.

Quando si avvicina l’ora di lasciarci, cosa pensa Fido? Quali pensiero attraversano la sua mente prima morire?

Ultimi istanti di Fido: cosa pensa?

I veterinari confermano che tutto quello che prova l’animale domestico nei suoi ultimi istanti di vita è legato al proprio padrone.

Il cane, come anche il gatto, ha vissuto tutta la sua vita attraverso un viscerale legame con il proprio padrone e nei suoi ultimi attimi il pensiero andrà senza dubbio a lui.

Si dice che per noi umani un animale domestico rappresenti una fase dell’esistenza mentre per loro siamo tutta la loro vita: stanno con noi dal momento in cui li adottiamo fino alla morte, si spera.

Cosa non dovreste mai fare quando Fido muore

Troppi veterinari spesso si trovano da soli a trascorrere gli ultimi minuti con un cane o un gatto morente mentre i padroni non sono lì accanto a loro. Non per codardia ma più che altro perché non sopportano vedere il proprio amico peloso abbandonarli.

L’animale in fin di vita, consapevole che qualcosa di terribile sta per accadere, cercherà senz’altro lo sguardo del proprio padrone in un momento così delicato. Non trovare quello sguardo oppure una sua carezza sarà un dolore ancor più grande del vostro: trascorrerà gli ultimi attimi su questa terra senza la persona che più ama al mondo, voi.

Lasciarlo da solo nel momento di morire sarebbe devastante per il vostro dolce e caro amico a 4 zampe, ha bisogno di voi. Anche se doloroso per voi non dovreste abbandonarlo ma abbracciarlo ancor più forte.

L’unica cosa da non fare quindi è abbandonarlo a se stesso.

Dopo anni in cui vi aspetta scodinzolante ogni giorno, che anche se lo sgridate torna da voi per le coccole e vi fa le fusa ogni sera perché dovreste lasciarlo proprio ora?

State accanto a lui e accompagnatelo nel suo ultimo viaggio amandolo fino al suo ultimo battito di cuore: anche per voi, una volta metabolizzato il lutto, potrà essere un ricordo che vi riscalderà il cuore perché saprete di esser stati uniti dall’inizio alla fine.