Home News Coronavirus, quali sono le attività che restano operative? Dalle industrie alle attività...

Coronavirus, quali sono le attività che restano operative? Dalle industrie alle attività essenziali

CONDIVIDI

Dopo l’annuncio del Premier Conte per contenere il contagio da coronavirus, quali sono le attività che restano operative?

Coronavirus, quali sono le attività che restano operative? Dalle industrie alle attività essenziali
Coronavirus – Fonte: Pixabay

Le domande degli utenti dopo l’annuncio del Premier Conte sono aumentate. Quali sono le attività che restano per ora operative per delimitare il contagio da coronavirus?

Le attività escluse dalle nuove misure restrittive sino al 3 aprile

L’annuncio del Premier che è stato postato sulla sua pagina Facebook questa notte ha evidenziato le nuove misure restrittive, doverose al fine di far calare contagi e decessi.

Nel suo discorso ha sottolineato quali saranno le attività che chiuderanno e quelle che continueranno la loro attività. Come evidenziano vari media e secondo l’intervento del Premier restano aperti i seguenti esercizi:

  • Industrie di bevande e alimentari
  • Filiera agro alimentare e zootecnica
  • Industria tessile per indumenti da lavoro e non abbigliamento
  • Industrie della gomma, materie plastiche e chimiche
  • Industria della carta
  • Raffinerie Petrolifere
  • Attività di idraulica – impianti elettrici – riscaldamento/condizionatori
  • Industrie farmaceutiche, fabbricazione forniture mediche e dentistiche
  • Tabaccherie – Edicole
  • Supermercati

Non solo perché resteranno operativi anche i settori essenziali come

  • Riparazioni strumenti alimentari, farmaceutici e dei trasporti
  • Attività fognarie
  • Raccolta rifiuti
  • Attività bancarie
  • Attività postali – assicurative e finanziarie

Non dovrebbero essere intaccati da questo provvedimento i servizi di veterinaria, call center e vigilanza privata.

Nel Decreto non sono stati inclusi inoltre il servizio di trasporto ferroviario di passeggeri, trasporto di merci ferroviario, taxi, trasporto marittimo, aereo e autotrasportatori.

Per maggiori informazioni, di seguito il video del discorso del Premier Conte di questa notte, con tutti gli aggiornamenti in essere, validi sino al 3 aprile salvo modifiche.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Sabato 21 marzo 2020