Home News Coronavirus, bollettino di venerdì 23 ottobre: 19.143 contagi, salgono i ricoveri

Coronavirus, bollettino di venerdì 23 ottobre: 19.143 contagi, salgono i ricoveri

CONDIVIDI

Consueto aggiornamento sulla situazione della pandemia da coronavirus, con i dati ufficiali diffusi dal Ministero della Salute.

Bollettino 23 ottobre

Il bollettino di oggi 23 ottobre 2020 con gli aggiornamenti sulla situazione del Covid-19 in Italia.

Il bollettino del 23 ottobre 2020

Ecco dunque i dati ufficiali relativi alle ultime 24 ore. Il report ufficiale diffuso intorno alle ore 17 indica i nuovi positivi, il numero di morti e di pazienti in terapia intensiva o guariti.

  • Contagi: 19.143 mentre ieri erano 16.079
  • Morti: 91  mentre ieri erano stati 136
  • Pazienti ricoverati con sintomi: 10.549
  • Pazienti in terapia intensiva: 1.049
  • Guariti: 2.352
  • Tamponi: 182.032

La situazione risulta in deciso aumento per quanto riguarda casi di nuovi contagi. Per morti e ricoveri, l’attenzione resta molto alta nonostante il lieve calo dei numeri delle ultime 24 ore. Salgono anche i tamponi eseguiti.

Nuovo lockdown in arrivo?

Mentre i numeri del contagio di giorno in giorno continuano ad aumentare a restare sotto la lente sono i numeri delle terapie intensive.
La Lombardia resta in testa con circa 5 mila contagi nelle ultime 24 ore e 170 posti in terapia intensiva.

Durante la consueta conferenza del venerdì pomeriggio di Vincenzo De Luca, mandata in onda nella trasmissione Tagadà di La7, il Governatore ha parlato di una situazione sull’orlo del disastro.
De Luca ha ricordato i carri che portavano le bare, episodio risalente alla scorsa primavera, che è ancora nella mente di tutti.

L’annuncio è quello di un sicuro lockdown presto in arrivo in Campania. Anche a livello nazionale però i rumors fanno pensare che un probabile lockdown cosiddetto “morbido” potrebbe arrivare a breve, già verso la fine della prossima settimana.

Le Regioni più colpite sono sempre Lombardia, Campania, Lazio, Piemonte, con crescita in Veneto e Calabria. Si attendono le prossime giornate per capire se il nuovo Dpcm in previsione per la prossima settimana porterà nuove restrizioni, probabilmente limitando la mobilità alle attività necessarie.