Home Cronaca Coronavirus, anziano positivo abbandona la quarantena: denunciato per epidemia colposa

Coronavirus, anziano positivo abbandona la quarantena: denunciato per epidemia colposa

CONDIVIDI

Un anziano positivo al test del coronavirus ha abbandonato l’isolamento casalingo per andare in giro in un paese del lodigiano: denunciato per epidemia colposa.

coronavirus

Le forze dell’ordine di Lodi hanno denunciato un 76enne di Codogno per essere uscito di casa, nonostante fosse obbligato alla quarantena per aver contratto il coronavirus.

Anziano denunciato per epidemia colposa

Era ricoverato all’ospedale di Codogno il 76enne che ora deve rispondere di una pesante accusa. Come riporta anche Fanpage, l’uomo era stato ricoverato nel nosocomio lombardo dopo essere risultato positivo al coronavirus.

Non presentando una quadro clinico preoccupante, il 76enne aveva deciso di autodimettersi. Il personale sanitario gli aveva imposto una quarantena obbligatoria in casa per almeno due settimane, al termine delle quali sarebbe stato effettuato un altro tampone.

L’uomo però ha pensato di violare le indicazioni fornitegli dai medici ed ha violato la quarantena obbligatoria. Il 76enne si è allontanato dal suo appartamento per recarsi in un paese del lodigiano.

Durante alcuni controlli, le forze dell’ordine hanno fermato il paziente, che ora deve rispondere di un’accusa molto grave: epidemia colposa. Del reato, prescritto dall’art.452 del codice penale, deve rispondere chiunque cagioni un’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni.

Uomo in fuga dall’ospedale dopo la morte del padre

Quello di Codogno è il secondo episodio del genere che si verifica in giornata. Questa mattina all’alba infatti, un uomo, risultato positivo al coronavirus, è fuggito dal presidio ospedaliero San Giovanni Bianco di Bergamo dov’era ricoverato.

L’allarme è scattato intorno alle 4, quando un infermiere si è accorto della fuga ed ha allertato il resto del personale sanitario. I Carabinieri ed i vigili del Fuoco, coadiuvati dagli uomini del soccorso alpino, stanno lavorando dalle prime ore di oggi per cercare di riporatre il fuggiasco in ospedale, prima che possa contagiare altre persone.

Le ricerche sono circoscritte alla zona della Val Brembana, di cui è originario. Pare che l’uomo avesse appena ricevuto la notizia del decesso del padre, propria per via del coronavirus.

Gli inquirentitemono possa compiere un gesto inconsulto, visto anche lo stato di choc in cui versa.