Home News Corea del Nord, Kim Jong-un riappare in pubblico in una riunione del...

Corea del Nord, Kim Jong-un riappare in pubblico in una riunione del Politburo allargato

CONDIVIDI

Kim Jong-un è ricomparso in pubblico dopo le speculazioni circolate nei giorni scorsi sul suo stato di salute. Il leader nordcoreano è apparso appesantito e con una sigaretta in mano.

kim jong-un

Kim ha partecipato a una riunione allargata del Politburo del Partito dei Lavoratori che ha affrontato le questioni dell’emergenza Covid-19 e del tifone Bavi.

Il dittatore si è lamentato della presenza di carenze nel rispondere ai nuovi contagi e ha esortato i funzionari a intervenire rapidamente.

Kim si è poi concentrato sui preparativi per ridurre al minimo i danni del tifone Bavi che dovrebbe colpire la Corea del Nord giovedì mattina.

Kim Jong Un riappare in pubblico con la sigaretta ed evidentemente appesantito

Nonostante il noto impatto del coronavirus sul sistema respiratorio, le immagini dell’incontro mostrano Kim con in mano una sigaretta fumata a metà.

Kim appare visibilmente in sovrappeso: ciò rappresenta un altro fattore di rischio per chiunque contragga il virus.

L’incontro segna una delle poche occasioni in cui Kim appare in pubblico negli ultimi mesi.

Le speculazioni sulla sua salute sono emerse per la prima volta ad aprile dopo non aver partecipato al Giorno del Sole, un importante evento annuale per celebrare il compleanno di Kim Il-Sung, nonno di Kim e fondatore della Corea del Nord.

Diverse fonti hanno riferito che Kim si sia sottoposto a un intervento chirurgico al cuore.

Il filmato precedentemente pubblicato dai media statali mostrava Kim in una serie di uscite pubbliche.

Le foto pubblicate la scorsa settimana mostrano il leader coreano Kim presiedere una riunione di decine di membri del Comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea in data 19 agosto.

Rumors sulla salute di Kim sono riemerse questa settimana dopo che Chang Song-min, ex assistente del defunto presidente sudcoreano Kim Dae-Jung, ha affermato di ritenere che figure di spicco all’interno del regime stessero cercando di nascondere un declino.

“Lo considero in coma, ma la sua vita non è finita”,

ha riferito Chang.