Home Politica Conte: “Stipendio di Tridico adeguato, ma lavori anche di notte per la...

Conte: “Stipendio di Tridico adeguato, ma lavori anche di notte per la cassa integrazione”

CONDIVIDI

Il premier Conte ha esortato il presidente dell’Inps a lavorare anche di notte se necessario.

Conte
Il premier, nel corso, dell’intervista avrebbe parlato anche del calo del pil.

Il premier Conte ha incontrato la presidente della Confederazione svizzera Simonetta Sommaruga, nel corso del meeting uno dei temi più caldi è stato il pagamento della cassa integrazione ai cittadini.

Il premier avrebbe esortato Tridico a velocizzare i tempi

Conte, infatti, non ha perso tempo per lanciare un appello al presidente dell’Inps, Pasquale Tridico. Per il premier, infatti, quest’ultimo dovrà lavorare anche di notte se necessario per garantire ai cittadini il pagamento della cassa integrazione che aspettano da mesi.

“Il tema è che ci sono cittadini italiani che ancora aspettano la cassa integrazione”.

Queste le parole di Conte, il quale esorta l’Inps e se stesso a lavorare meglio per garantire al più presto il pagamento ai cittadini, sopratutto per chi al momento non ha alcun sostentamento. Il premier, inoltre, trova sbagliato far notare come milioni di cittadini hanno già ricevuto il reddito, dato che “si parla di famiglie”.

Il premier ha ringraziato le aziende che hanno anticipato i soldi alla Cig

Successivamente Conte ringrazia le aziende che hanno anticipato i soldi alla Cig. Molte di quest’ultime, infatti, hanno anticipato la cassa in deroga ai lavoratori.

“Hanno compiuto un gesto che rende grande la comunità italiana. Ma noi dobbiamo lavorare sino al pagamento dell’ultimo lavoratore”.

Conte, inoltre, si è espresso sulla questione legata allo stipendio di Tridico. Come verificato dallo stesso leader politico, infatti, il numero 1 dell’Inps prenderebbe uno stipendio di molti inferiore a quello del suo predecessore.

L’adeguamento degli stipendi, come riportato da La Repubblica, sarebbe avvenuto in seguito all’insediamento di nuovi cda. Infine, Conte si è espresso anche sul calo del Pil il quale dovrebbe assestarsi in un negativo in doppia cifra. Non resterà quindi che fare un balzo in avanti il prossimo anno in modo da ripartire.