Home News Consumi: ecco cosa preferiscono acquistare gli italiani

Consumi: ecco cosa preferiscono acquistare gli italiani

CONDIVIDI

Consumi: Findomestic e Prometeia svelano che cosa preferiscono acquistare gli italiani

Findomestic e Prometeia hanno condotto un’analisi sui consumi degli italiani e hanno rivelato quali sono le preferenze di acquisto.

Gli acquisti del popolo italiano sono sempre più indirizzati al bene primario su cui investire: la casa.

Gli italiani preferiscono acquistare per la casa

Dall’analisi dei consumi è emerso che gli italiani preferiscono acquistare beni durevoli, che hanno subito un’impennata del +2,1% rispetto allo scorso anno.

La casa è il bene primario più prediletto dagli acquirenti italiani: l’arredamento è il settore che si è confermato in crescita e il trend è aumentato del +2,1% rispetto all’anno 2018.

Gli italiani hanno speso ben 15,2 miliardi di euro e anche le compravendite immobiliari hanno subito un incremento del +6%, grazie agli incentivi fiscali.

Consumi: gli acquisti degli italiani si sono indirizzati al settore automotive

Oltre al settore real estate e all’arredamento, gli acquisti degli italiani si sono indirizzati anche al comparto automotive.

In crescita gli acquisti in nuove automobili e motocicli del +3,5%.

Consumi: spese per la telefonia e l’elettronica per la casa in diminuzione

In calo gli acquisti dei prodotti di telefonia ed elettronica, che hanno subito un calo dell’1,2%.

In un decennio sono calati gli acquisti per lo smartphone, che ha subito un trend ribassista del 6%, con una spesa di 5,5 miliardi di euro.

Gli italiani preferiscono acquistare “gli indossabili”: gli smartwatch e gli auricolari hanno subito un incremento esponenziale del 61,5%.

Gli italiani preferiscono acquistare a rate

Come si concludono gli acquisti? Gli italiani prediligono il credito al consumo nel settore automotive, elettrodomestici grandi e piccoli e alimentari.

Acquisti spese natalizie: cosa acquisteranno gli italiani?

In pole position nei consumi natalizi, telefonia ed elettronica, secondo l’abbigliamento.

Confcommercio ha rilevato che il potere di acquisto degli italiani si è ridotto dal 9,1 al 7,9.

Pertanto, i consumatori italiani spenderanno meno per fare i regali di Natale, specie per i figli e i parenti.