Home Casi Coniugi scomparsi a Bolzano, arrestato il figlio Benno Neumair: è accusato di...

Coniugi scomparsi a Bolzano, arrestato il figlio Benno Neumair: è accusato di omicidio

CONDIVIDI

Peter Neumair e la moglie Laura Perselli sono scomparsi il 4 gennaio scorso, dalla loro abitazione in via Castel Roncolo.

coniugi scomparsi arrestato Benno

Il 30enne è stato arrestato nella notte. È accusato di aver ucciso i genitori e di averne occultato i corpi, gettandoli nell’Adige.

Arrestato Benno Neumair

La vicenda dei coniugi scomparsi a Bolzano arriva ad un punto di svolta: nella notte è stato infatti arrestato, con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere, il figlio della coppia, Benno Neumair, 30 anni.

Marito e moglie sono scomparsi il 4 gennaio scorso, dalla loro villetta in via Castel Roncolo a Bolzano.

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, Benno Neumair avrebbe ucciso i due genitori nell’appartamento accanto a quello in cui viveva la coppia.

Dopodiché, avrebbe caricato i loro corpi in auto e si sarebbe disfatto dei due cadaveri, gettandoli nel fiume Adige.

A conferma di ciò le analisi sulle tracce di sangue trovate sul ponte di Vadena a ridosso del fiume, nei pressi della discarica di Ischia Frizzi.

I Ris hanno confermato che il sangue trovato sul ponte fosse proprio di Peter Neumair.

Inoltre, la sera della scomparsa ci sarebbe un “buco” di circa mezz’ora nel racconto di Benno, durante il quale il giovane ha riferito di essersi fermato un po’ al laghetto ad ascoltare la musica.

Per farlo però avrebbe spento il cellulare.

Le ipotesi sul movente

La sera del delitto, il ragazzo, dopo aver ucciso i genitori, avrebbe poi trascorso la notte a casa della ragazza con cui si frequentava da un mesetto circa.

È stata proprio la giovane a confermare ciò, quando ha consegnato agli inquirenti gli abiti che Benno indossava la sera del presunto omicidio.

Alla base del duplice delitto ci sarebbero le liti continue tra il giovane e i due insegnanti in pensione.

Sembra che Peter e Laura volessero che Benno restituisse loro i soldi delle tasse universitarie. Il ragazzo è iscritto alla Facoltà di Innsbruck, ma non si è mai laureato.

Nonostante ciò lavorava come insegnante in una scuola di Bolzano.