Home Casi Coniugi Neumair scomparsi a Bolzano: perché Benno è stato arrestato?

Coniugi Neumair scomparsi a Bolzano: perché Benno è stato arrestato?

CONDIVIDI

Non sarebbero i vestiti gli indizi che hanno portato all’arresto di Benno Neumair, ma allora da cosa è dipesa la svolta nel caso?

Tra le ipotesi che hanno portato all’arresto del giovane Benno potrebbe esserci il rischio di reiterazione del reato.

Coniugi Neumair, Benno arrestato per rischio di reiterare il reato

Ecco tutte le novità sul caso dei coniugi Neumair scomparsi a Bolzano.

Benno Neumair arrestato: rischio di reiterazione del reato?

Peter Neumair e Laura Perselli risultano al momento ancora scomparsi, dopo essere spariti dalla loro abitazione di Bolzano la sera del 4 gennaio.

L’ipotesi che la Procura ritiene più plausibile dopo aver ritrovato una traccia di sangue appartenente a Peter sul ponte Adige, è che i coniugi siano stati buttati nel fiume dopo essere stati uccisi.

La svolta è giunta nelle scorse ore poiché il figlio della coppia Benno, già indagato a piede libero è stato arrestato.

Il legale Flavio Moccia alla trasmissione Quarto Grado ha illustrato cosa sia accaduto il giorno del fermo ed i motivi per i quali gli inquirenti hanno optato per il fermo.

“Lo abbiamo portato in Procura della Repubblica intorno alle 23… Non ha confessato.”

Per l’avvocato il motivo più plausibile per l’arresto è stato il timore che Benno potesse inquinare le prove, avendo trovato un flacone di acido per pulizia.

“Nel provvedimento non sussiste il rischio di reiterazione del reato. “

Un giallo nel giallo: due docce in poche ore

Altri elemento che la trasmissione Quarto Grado ha evidenziato riguarda le docce che Benno avrebbe fatto la sera della scomparsa.

Al giornalista Benno ha raccontato infatti di aver fatto una doccia prima di uscire di casa, verso le 19.

Quando però il giovane, dopo 40 minuti di “buco” arriva a casa di Martina le dice di non aver fatto in tempo a lavarsi ed allora chiede il permesso alla ragazza di potersi fare una doccia, cambiandosi inoltre i vestiti che indossava.

Come mai ha dovuto farsi due docce in nemmeno due ore? E perché appariva trafelato sia nella testimonianza di un vicino sia all’arrivo da Martina?

Questi ed altri elementi, come la mancanza da casa dei pattini e di alcuni pesi, hanno portato al fermo di Benno.

Secondo l’avvocato della fidanzata:

“La ragazza è scioccata, si è trovata di fronte a qualcosa più grande di lei.”

I due ragazzi si sarebbero sentiti più volte quella sera, con telefonate ed sms prima che lui arrivasse. I dubbi ruotano attorno anche alla sua figura: Martina è complice o è estranea a tutto come afferma?

Oggi sabato 30 gennaio ci sarà l’udienza di convalida del fermo per Benno Neumair accusato di duplice omicidio ed occultamento di cadavere.