Home News Congedo parentale e Bonus Baby Sitter: nuovi fondi a sostegno delle famiglie

Congedo parentale e Bonus Baby Sitter: nuovi fondi a sostegno delle famiglie

CONDIVIDI

In piena emergenza Covid, con i bambini a casa da scuola, i genitori hanno dovuto dividersi tra lavoro ed impegni familiari, per questo sono stati rafforzati il congedo parentale e il bonus baby sitter.

banconote euro e monete
banconote euro e monete – iStock

Il Congedo parentale COVID-19: può essere richiesto attraverso la procedura online INPS anche fino al 31 agosto 2020.

Introdotto con il decreto Cura Italia, i giorni di congedo parentale COVID-19 da 15 sono diventati 30 e può essere richiesto da uno o entrambi i genitori alternativamente con figli fino a 12 anni. Per i genitori di figli disabili non ci sono limiti di età.

L’indennità è pari al 50% della retribuzione ed il periodo di congedo è coperto da contribuzione figurativa.

Tutti i lavoratori, anche autonomi iscritti all’INPS e i professionisti iscritti alla Gestione separata INPS e altri dipendenti del settore privato possono accedere alla procedura telematica aggiornata per richiedere il congedo parentale COVID-19.

Con la procedura telematica è possibile presentare la domanda anche fino al 31 agosto 2020 per 30 giornate.

Bonus Baby Sitter: proroga fino al 31 agosto ’20

Con il comunicato stampa del 5 agosto l’INPS ha confermato la proroga del Bonus Baby Sitter fino al 31 agosto.

Si può ricorrere al bonus baby sitter in alternativa ai congedi parentali.

La Circolare INPS n. 73 del 17 giugno sancisce che i genitori che non hanno richiesto i 15 giorni di congedo parentale straordinario possono fare domanda per il bonus baby sitter.

I requisiti per poter fare domanda all’INPS rimangono gli stessi.

Il messaggio INPS n. 2350 del 5 giugno 2020 specifica che chi ha usufruito del bonus baby sitter durante la prima fase dell’emergenza può inoltrare una nuova domanda.

È necessario che il genitore richiedente indichi nel modulo di domanda la presenza/assenza dell’altro genitore.

Si ricorda che non è possibile usufruire del bonus baby sitter se è stato richiesto il congedo parentale per Coronavirus e l’altro genitore è disoccupato.