Home Personaggi Lucio Dalla, chi era il compagno Marco Alemanno e la lotta per...

Lucio Dalla, chi era il compagno Marco Alemanno e la lotta per l’eredità

CONDIVIDI

Il celebre cantautore scomparso nel 2012 era legato a un giovane artista pugliese, Marco Alemanno. Scopriamone di più su di lui

Lucio Dalla chi è compagno marco alemanno

Il nome di Marco Alemanno è diventato noto al grande pubblico per essere quello del giovane compagno di Lucio Dalla.

Attore, cantante e fotografo di origine pugliese, vanta un curriculum di tutto rispetto, conosciamolo più da vicino!

Chi è Marco Alemanno

Nasce a Nardò (Lecce) il 25 aprile del 1980, sotto il segno zodiacale del Toro. Conduce una carriera nel mondo dell’arte e dello spettacolo e si diploma alla Scuola di recitazione del Teatro del Navile di Bologna.

Incontra Lucio Dalla nel 2004, quando i due iniziano una collaborazione, grazie alla quale il giovane interpreta ruoli di primo piano negli spettacoli “Pierino e il lupo” e “Arlecchino”.

Nel 2007 appare nell’album di Lucio Dalla “Il contrario di me”, come produttore artistico, cantante e coautore di alcuni dei testi. L’uomo pubblica per Bompiani “Gli occhi di Lucio”, un libro con dvd e cd contenenti suoi scatti fotografici, scritti inediti e materiale video e audio.

Lucio Dalla Marco Alemanno

L’episodio del funerale e le questioni ereditarie

Durante funerali del cantautore a Bologna, Alemanno prende la parola per ricordare il suo compagno. L’episodio è stato oggetto di accese polemiche, sia perché Dalla non aveva mai pubblicizzato il legame con Alemanno che per l’atteggiamento assunto dalla Chiesa.

Dopo la morte del cantautore, Alemanno è finito al centro della bufera per questioni ereditarie:

“L’enorme dolore provato dopo la sua improvvisa scomparsa purtroppo è stato gravato anche da orribili questioni umane, prima ancora che legali, a causa di incomprensioni tra me e gli eredi di Lucio.”

In base alle parole dell’uomo, infatti, i parenti del suo compagno gli avrebbero “preso tutto”, lasciando ad Alemanno soltanto il ricordo dell’amore che fu.