Home Salute & Benessere Come trattare la stitichezza cronica

Come trattare la stitichezza cronica

CONDIVIDI

Tutti fanno cacca, ma non spesso come vorrebbero. La stitichezza è un sintomo molto comune e soffrirne può far sentire a disagio con se stessi. Ecco come trattarla.

Se sei stitico, ossia hai generalmente meno di tre movimenti intestinali alla settimana in circa un mese o più, potresti avere la stitichezza cronica, anche se la costipazione è basata sullo spettro familiare, secondo l’American Gastroenterological Association.

Ad esempio, potrebbe significare avere meno movimenti intestinali di quanto si pensi sia normale, avere difficoltà a svuotare fisicamente il retto o sentirsi come se non tutte le feci uscissero.

Da cosa deriva la stitichezza?

Descrivere esattamente cosa significa per te è importante per identificare una causa probabile e una soluzione efficace. “A volte i pazienti soffrono di stitichezza per 20 anni perché non la conoscono affatto“, dice Megan Riehl, psicologo sanitario e direttore clinico del Programma di salute comportamentale GI presso l’Università del Michigan.

Gli esperti non si preoccupano solo perché il sintomo è scomodo e la qualità della vita diminuisce, sono anche preoccupati perché la costipazione cronica non trattata può portare a problemi medici, il più grave dei quali è il cancro del colon. “Spostare quella massa di feci attraverso il colon in un normale lasso di tempo limita l’esposizione del rivestimento dell’intestino agli agenti cancerogeni che saranno presenti nel nostro cibo“, spiega Diane Danchi, dietista presso UNC REX Healthcare a Raleigh. “Più a lungo rimane nel tuo intestino, più alto è il rischio di malattia” aggiunge.

Cause di costipazione cronica

Allo stesso modo, diversi tipi di stitichezza possono essere dovuti a diversi fattori, tra cui:

  • Dieta.
  • Farmaci.
  • Abitudini bagno.
  • Condizioni mediche.
  • Disfunzione del pavimento pelvico
  • Stress.

Se non mangi abbastanza frutta, verdura, cereali integrali e altri alimenti fibrosi, oltre a bere abbastanza acqua, è normale che possa insorgere costipazione.

Farmaci come antidolorifici, antiacidi, antidepressivi, integratori di ferro possono causare stitichezza.

Poi ci sono condizioni mediche che possono spiegare completamente o parzialmente la stitichezza. La sindrome dell’intestino irritabile principalmente caratterizzata da costipazione (piuttosto che da diarrea o da un mix omogeneo), per esempio, è una delle cause più comuni del sintomo, e spesso è accompagnata da dolore allo stomaco-

Questioni mediche come il prolasso di organi pelvici possono anche causare un blocco nel retto, così come il cancro del colon, che porta alla stitichezza.

Ipotiroidismo e malattie neurologiche come il Parkinson e la sclerosi multipla possono anche portare a costipazione.

Non tutti i casi di stitichezza hanno una chiara causa, tuttavia, sebbene molti siano legati allo stress. In situazioni inspiegabili, può essere descritta come stitichezza cronica idiopatica.

Se (i pazienti) hanno fatto tutto il possibile e non hanno ancora alcun sollievo, è allora che hanno bisogno di vedere un gastroenterologo“, dice il dott. Danchi.

I medici possono prelevare campioni di sangue, urine e feci e prendere in considerazione altri test, compresi i raggi X, endoscopie GI inferiori o test del tempo di transito, per cercare di determinare una causa.

Trattamenti di costipazione cronici

Fortunatamente, la stitichezza cronica è tipicamente curabile. Alcune soluzioni includono:

  • Dieta e altri cambiamenti nello stile di vita.
  • Probiotici.
  • Farmaci da banco.
  • Farmaci da prescrizione.
  • Terapia con biofeedback.
  • Terapia comportamentale cognitiva.
  • Ipnosi diretta dall’intestino.

I cambiamenti di dieta sono di solito il primo piano di attacco quando si tratta di combattere la stitichezza cronica.

Pertanto, in sostanza, se la costipazione dura più di qualche giorno, allora è bene contattare il proprio medico curante e farsi indicare la cura e le visite specifiche da fare per il risolvere il problema.