Home Lifestyle Come prendersi cura di un’orchidea e farla rifiorire

Come prendersi cura di un’orchidea e farla rifiorire

CONDIVIDI

L’orchidea è una pianta dai fiori colorati e sgargianti in grado di conferire alla stanza un’atmosfera particolare. Non sempre, però, è facile prendersene cura. Vediamo come fare.

orchidea

Una cosa che non sempre riesce, è fare in modo che l’orchidea rifiorisca.

Una pianta elegante

Non appena mettiamo un’orchidea in una stanza, questa assume subito carattere ed eleganza. Sì perché l’orchidea è una pianta esotica con fiori bellissimi, colorati e che ricordano le farfalle.

Di varietà ne esistono tante e ad ogni varietà corrispondono colori e forme diverse sia dei fiori che delle foglie. La varietà più commerciale è la Phalenopsis ed è anche la più semplice da curare. Nata ai tropici, sfiorisce e rifiorisce tutto l’anno. Affinché ciò accada, è necessario curare al meglio la pianta.

Curare un’orchidea

Un buon punto di partenza è la scelta della pianta. Prima di portarla a casa, infatti, assicurati che le sue foglie siano verdi, brillanti, lisce in superficie e prive di macchie. Le radici devono essere corpose di colore verde o bianco.

L’orchidea è una pianta che nasce ai tropici, ecco perché ha bisogno di un ambiente umido, proprio come quello del bagno e della cucina. Inoltre, sopporta poco gli spifferi oppure il calore intenso di un termosifone. Per quel che riguarda la luce, l’orchidea andrebbe posizionata in ambienti a luce intensa ma non diretta. Un esempio? Una finestra coperta da una tenda al fine di evitare che le foglie vengano bruciate dai raggi ultravioletti.

La pianta non va innaffiata troppo spesso quanto piuttosto ogni 5 o 7 giorni. Per capire se ha bisogno d’acqua, puoi testare con un dito se il terreno è secco. In questo caso, ha bisogno di bere. L’acqua può essere data con nebulizzazione o immersione. Importante evitare i ristagni di liquidi che potrebbero farla marcire. I fiori appassiti e le radici secche vanno tagliate con le forbici.

Affinché la tua orchidea rifiorisca, devi accertarti che non sia sofferente. In questo caso, potrebbe essere necessario un rinvaso che potrai fare in estate. Scegli un vaso più grande e predisponi il fondo con del sughero, pezzi di corteccia, carbone o anche del sughero.