Home Personaggi Claudio Amendola, chi sono i figli del talentuoso attore italiano? Ecco Alessia,...

Claudio Amendola, chi sono i figli del talentuoso attore italiano? Ecco Alessia, Giulia e Rocco!

CONDIVIDI

Chi sono i figli di Claudio Amendola, Alessia, Giulia e Rocco, nati dall’unione con Marina Grande e da quella con Francesca Neri

Claudio Amendola

Scopriamo insieme tutti i segreti relativi ai figli di Claudio Amendola!

Chi sono i figli di Claudio Amendola

Il celebre attore italiano Claudio Amendola è padre di tre figli: Alessia, Giulia e Rocco Amendola. Le prime due figlie sono nate dall’unione tra il romano e Marina Grande, con la quale è stato sposato dal 1983 al 1997.

Il terzo, invece, è nato dall’amore tra Amendola e l’attuale moglie, la nota attrice Francesca Neri, che ha sposato a New York l’11 dicembre del 2010.

Chi è Alessia Amendola

Alessia Amendola nasce nel 1984, quando l’attore ha soltanto 21 anni. In base a quanto dichiarato dal romano in un’intervista riportata da Il Sussidiario, Alessia sarebbe nata di soli 6 mesi e mezzo e avrebbe lottato tra la vita e la morte in una notte che Amendola stenterà a dimenticare.

Oggi Alessia ha 36 anni ed è identica alla madre. Poco interessata alla vita pubblica, ha intrapreso comunque una carriera nel doppiatrice, seguendo le orme del padre e del nonno Ferruccio Amendola.

Claudio Amendola Alessia Amendola figlia

Chi è Giulia Amendola

La seconda figlia dell’attore è Giulia Amendola, nata, invece, nel 1989. La donna, che oggi ha 31 anni, ha vissuto una piccola fetta di spettacolo, quando ad inizio 2000, ha recitato in alcuni spot pubblicitari di un noto brand di telefonia assieme al padre e alla sorella Alessia.

Chi è Rocco Amendola

Rocco Amendola è il più piccolo dei figli di Claudio Amendola. Il giovane di casa ha festeggiato i suoi 21 anni durante la quarantena.

Mamma e papà gli hanno organizzato una sorpresa regalandogli una torta, mentre gli amici lo chiamavano in videochat per condividere il momento.

Rocco, come il padre, è tifoso della Roma. Per indurlo a tifare la squadra di calcio, Claudio Amendola nascose i pupazzi del bambino, quando aveva soltanto 2 anni e mezzo, dicendogli fossero stati i Laziali; poi glieli restituì, rivelandogli fosse stato grazie ai Romanisti.