Home Salute & Benessere Cioccolato: Il rimedio naturale contro la tosse

Cioccolato: Il rimedio naturale contro la tosse

CONDIVIDI

Cerchi un rimedio contro la tosse? Il cioccolato è il rimedio naturale contro la tosse, più efficace. Una barretta di cioccolato per combattere tosse e raffreddore.

cioccolato rimedio contro la tosse

 

Sapevate che il cioccolato è uno dei più efficaci rimedi naturali contro alcuni sintomi dell’influenza, come la tosse? Di seguito spieghiamo le proprietà e i benefici del cioccolato, che fanno tanto bene al nostro organismo.

Il cioccolato non è solamente un gustosissimo peccato di gola. Grazie a tutte le proprietà e benefici derivanti dal cacao, è un valido alleato della nostra salute ed è tra gli alimenti che ci aiutano a combattere i sintomi dell’influenza e non solo. Scopriamo tutti i benefici del cioccolato.

Proprietà e Benefici del Cioccolato

Il cioccolato, denominato dai Maya, kakaw unhanal, ovvero cibo degli dei, è ricavato dai semi della pianta di cacao, la Theobroma cacao.I semi di cacao posseggono numerose proprietà e arrecano molti benefici, tra i quali: lenire alcuni sintomi dell’influenza come la tosse e il raffreddore.

Soprattutto nei periodi più freddi dell’anno, il nostro consiglio è di mangiare una barretta di cioccolato fondente, magari sorseggiando una tisana alla cannella (altro rimedio naturale per combattere il mal di gola).

Un ottimo alleato contro tosse e mal di gola

Perchè il cioccolato rappresenta un rimedio naturale contro tosse e mal di gola? La risposta è semplice! Il cacao contiene un particolare alcaloide, la teobromina, la quale aiuta a combattere in modo immediato ed efficace la tosse. Inoltre, avendo il cacao una consistenza vischiosa, favorisce la formazione di un rivestimento protettivo sulle terminazioni nervose della gola che stimolano l’atto del tossire.

Gli esperti rivelano che tale effetto è possibile grazie all’unione del cacao con gli sciroppi da cui deriva, poi, la tanto amata e venerata cioccolata.

Altre proprietà benefiche del cioccolato

Una precisazione è d’obbligo: il cioccolato non è la causa primaria della carie ai denti. Secondo gli esperti del XXI Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria, il cioccolato aiuterebbe i denti a non perdere smalto e a non essere attaccati da placca e carie. A tal proposito, segnaliamo un altro ottimo alleato per combattere la carie dei denti: l’olio di cocco, un vero e proprio antibiotico naturale contro le carie dei denti

Favorisce la concentrazione

Il cioccolato è un ottimo alleato della nostra memoria e favorisce la concentrazione, contenendo caffeina e teobromina. Queste ultime sono due sostante altamente eccitanti che influiscono sul nostro sistema nervoso, limitando la sensazione di stanchezza e spossatezza.

Combatte la depressione e lo stress

Il cioccolato è ricco di serotonina, chiamato anche ormone della felicità, il quale influendo sempre sul nostro sistema nervoso, migliora il nostro umore regalandoci una sensazione di benessere.

Inoltre il cacao contenendo magnesio, un minerale che regola il ritmo cardiaco e rilassa il sistema nervoso, ci aiuta a combattere lo stress e a sentirci più rilassati.

Un potente afrodisiaco: aumenta il desiderio sessuale

Il cacao, grazie all’alta concentrazione di feniletilamina e teobromina, due sostanze altamente eccitanti, è considerato tra gli alimenti più afrodisiaci al mondo. Si narra a tal proposito che Montezuma, un’antico imperatore azteco, ne bevesse ben 5 tazze prima degli incontri amorosi nel suo harem, che secondo la leggenda era popolato di ben 500 donne.

Previene le malattie cardiache

Il cioccolato è un fedele amico del nostro cuore. Secondo gli esperti mangiarne un pezzettino al giorno di cioccolato fondente, aiuta in primis ad abbassare la pressione arteriosa; in secondo luogo favorisce la riduzione del colesterolo cattivo, limitando e prevenendo di conseguenza le malattie cardiache.

Quindi, oltre ad essere un ottimo rimedio contro la tosse, il cioccolato produce numerose funzioni benefiche sul nostro organismo.