Home Consigli in Cucina Cibi che non devi mai riscaldare: questi alimenti avanzati fanno male se...

Cibi che non devi mai riscaldare: questi alimenti avanzati fanno male se scaldati

CONDIVIDI

Questi 8 cibi non andrebbero riscaldati. Vediamo perché non dovreste farlo e i rischi che si corrono.

cibo scottato – iStock

Sapete che non tutti i cibi si possono riscaldare e mangiare? Rischiate seri problemi riscaldando alcuni alimenti o consumandoli dopo 1-2 giorni, vediamo perché!

L’abitudine di riscaldare il cibo avanzato è ormai una pratica fin troppo comune nelle nostre vite frenetiche.

Programmare cosa mangiare nei giorni successivi e cucinare anticipatamente i pasti è senza dubbio un modo pratico per non sprecare tempo e facilitarsi la vita ma a che prezzo? Attenzione a quali alimenti cucinate in anticipo potrebbero nuocere alla vostra salute!

Alimenti da non riscaldare: quali sono e perché fanno male?

Ricordiamo che il miglior modo per non mettere a rischio la nostra salute è preparare dei pasti misurati per la giornata, se dovesse avanzare del cibo riponetelo, appena freddo, in frigorifero nei contenitori appositi!

cibi nel frigorifero

Patate

Le patate, ricche di amido, sono tra gli alimenti che si consiglia di cucinare e mangiare nello stessa giornata perché sviluppano facilmente una tossina: il botulino.

Le patate non vanno lasciate fuori dal frigorifero: sviluppano anche delle spore tossiche causano disturbi digestivi e intestinali, possono anche provocare delle forti intossicazioni alimentari!

L’unico modo per conservarle qualche ora in più e mangiarle senza rischi è riporle in frigorifero e consumarle al pasto seguente in insalata fredda, senza riscaldarle.

Pollo

Per questo alimento non vige il divieto assoluto, piuttosto sarebbe meglio evitare di riscaldarlo nel modo sbagliato!

Assicuratevi sempre di consumare il pollo da ben cotto, non devono rimanere delle parti di carne crude o rosate o rischiereste di contrarre la salmonella!

Se avete del pollo avanzato dal pranzo è sempre meglio riscaldarlo non facendogli raggiungere delle alte temperature per non deteriorare le proteine e rischiare un serio mal di pancia!

Funghi

I funghi sono un alimento estremamente delicato: è seriamente raccomandato consumarlo subito dopo la cottura.

Prima di consumarli assicuratevi sempre che siano freschi, non velenosi e di non essere allergici a questo cibo!

Se avanza una porzione di funghi è meglio conservarla in frigorifero e consumarla nel pasto seguente senza riscaldarli: l’alterazione delle proprietà nutritive provoca forti disturbi gastro-intestinali oppure, nel peggiore dei casi, intossicazione alimentare.

Spinaci Carote Sedano

Queste tre verdure sono ricche di vitamine ma anche di nitrati.

Il processo di riscaldamento ad alta temperatura dopo la prima cottura favorisce la produzione di tossine che danneggiano il nostro apparato intestinale provocando forti spasmi e rendendo questi alimenti potenzialmente cancerogeno.

Uova

Riscaldare le uova sode è una pratica meno comune ma può capitare che avanzi una fetta di frittata di zucchine, perché non scaldarla?

Le uova possono rivelarsi delle vere e proprie bombe tossiche da riscaldate: causano di spiacevoli disagi intestinali, meglio consumarle in giornata e fredde!

Le uova contengono molto azoto: se sottoposto ripetutamente ad alte temperature si ossida e diventa un potenziale colpevole dello sviluppo di cellule cancerose.

Riso

Il riso crudo contiene delle spore batteriche che resistono alla cottura: quando sottoposte a ripetute stimolazioni di calore diventano tossiche e provocano delle spiacevoli intossicazioni!

Dopo una prima cottura se il riso viene sottoposto ad altre “riscaldatine” la probabilità di produrre agenti tossici aumenta e con essa anche la possibilità di dover correre poi al pronto soccorso!

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”