Home Spettacolo Chiude il Castello delle Cerimonie: il Covid-19 colpisce anche l’attività di Donna...

Chiude il Castello delle Cerimonie: il Covid-19 colpisce anche l’attività di Donna Imma

CONDIVIDI

La celebre struttura è stata chiusa in via precauzionale dalla sindaca del paese, scopriamo insieme le motivazioni che l’hanno indotta a tale scelta

Il castello delle cerimonie chiude coronavirus

La Sonrisa è la celebre struttura diventata famosa in tv grazie al programma Il Boss delle Cerimonie. La location ha preso solo successivamente il nome de Il Castello delle Cerimonie, dopo la scomparsa di Don Antonio Polese.

Pare che ora la celebre struttura sia stata chiusa dal comune a causa del Coronavirus. Scopriamo tutti i dettagli!

Chiude Il Castello delle Cerimonie, la richiesta della sindaca

Pessime notizie per Il Castello delle Cerimonie e per i fan di quello che per anni è stato uno dei programmi più seguiti di Real Time. La struttura, infatti, è stata chiusa dopo aver trovato tre dipendenti positivi al Coronavirus.

A firmare la richiesta dell’Asl di chiudere La Sonrisa in via precauzionale è stata la sindaca di Sant’Antonio Abate, che ha messo i sigilli fino al prossimo 25 agosto.

“Con decorrenza immediata: è disposta, fino al 25 agosto 2020, la chiusura delle strutture ricettive La Sonrisa e Hotel Villa Palmentiello, site nel territorio di Sant’Antonio Abate (Napoli).”

Prima di riaprire i locali sarà obbligatorio sanificare la location, per assicurare a chiunque venga ospitato all’interno di circolare liberamente senza rischi.

Inoltre, la sindaca ha disposto che tutti i cittadini aventi residenza, domicilio o dimora nella via Croce di Gragnano, nel territorio di Sant’Antonio Abate, saranno obbligati all’isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni fino al 14 agosto 2020.

Tre casi di Coronavirus, chiude la location

Il motivo che ha spinto la sindaca a chiudere la struttura è naturalmente il Coronavirus: tre dipendenti che facevano parte dello staff del locale, infatti, sono risultati positivi, anche se al momento sono tutti in buone condizioni.

“Si tratta di una misura preventiva che servirà per igienizzare gli ambienti ed eseguire i tamponi su tutto il personale e le persone che possono aver avuto contatto con i positivi in questi giorni”.

Al momento Donna Imma Polese non ha commentato la scelta della sindaca. Il nostro augurio è che questa, come molte altre strutture italiane, possano tornare liberamente alla loro attività imprenditoriale.