Home Personaggi Andrea Pennacchi, ecco qualche curiosità sul “Poiana” di Propaganda Live

Andrea Pennacchi, ecco qualche curiosità sul “Poiana” di Propaganda Live

CONDIVIDI

Ha una laurea ed è stato presente nel cast di Don Matteo. Parliamo di Andrea Pennacchi, del quale vi sveliamo qualche curiosità.

Attore padovano dall’innegabile talento e dalla grande simpatia. Ci riferiamo ad Andrea Pennacchi che abbiamo visto anche nel cast di Don Matteo.

L’attore padovano, denominato anche il “Poiana” di Propaganda Live, è in possesso di una laurea e ha mosso i suoi primi passi nel mondo della recitazione, partendo dal teatro.

Oggi vi sveliamo qualche curiosità sulla sua vita professionale, ma anche sulla sfera privata dell’attore.

Andrea Pennacchi

Chi è Andrea Pennacchi?

Andrea Pennacchi nasce a Padova, 11 ottobre 1969, sotto il segno zodiacale della Bilancia.

Inizia la sua carriera di attore, muovendo i primi passi in teatro, precisamente al Teatro Popolare di Ricerca – Centro Universitario Teatrale della sua città dove si è formato.

Ha conseguito una laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Università di Padova. Diventa famoso nel 2011 quando interpreta il ruolo di Sandro in Io sono Li, film diretto di Andrea Segre.

A Propaganda Live propone un monologo, intitolato This is racism – Ciao terroni che gli ha permesso di essere una presenza costante all’interno del programma, nel quale è stato denominato Poiana.

Andrea Pennacchi, moglie e vita privata

Per quel che concerne la sua vita privata, l’attore è sposato con Maria dal 2009. Dalla loro unione è nata una figlia che hanno chiamato Elena.

L’attore si è ammalato di Coronavirus e per questo è stato ricoverato. Anche se affrontare la malattia non è stato semplice, visto che è stato attaccato a un respiratore, l’interprete veneto ha rassicurato i suoi fan, dicendo di star bene.

“O taca na machina, ma respiro“, queste le parole dell’attore che è stato salutato calorosamente anche dai colleghi. Tra questi anche il sentito saluto di Paola Cortellesi.

Non solo: anche il direttore di La7, Andrea Salerno gli ha fatto gli auguri di una pronta guarigione.