Home Personaggi Chi è Guido Longo, nuovo commissario alla Sanità in Calabria

Chi è Guido Longo, nuovo commissario alla Sanità in Calabria

CONDIVIDI

Scopriamo chi è Guido Longo, il nuovo commissario alla Sanità calabrese nominato dal premier Giuseppe Conte: vita e carriera.

Guido Longo

Il nuovo Commissario alla Sanità calabrese è stato nominato da Giuseppe Conte: Guido Longo, scopriamo chi è il ‘superpoliziotto’ che combatterà la mafia in Calabria.

Chi è Guido Longo

Guido Longo è originario di Catania ed è il nuovo commissario alla Sanità della Calabria. Il presidente Giuseppe Conte lo ha definito come:

uomo delle istituzioni.

All’età di 67 anni è già collezionato incarichi importanti in questura e prefettura: è stato questore in molte regioni e dirigenti in vari dipartimenti. Tra questi ricordiamo la dia, il Servizio Centrale e la Squadra Mobile.

Si legge su Fanpage.it che Longo è stato a capo della squadra mobile narcotici e di quella omicidi in Sicilia a Palermo negli anni ’90, un triste periodo durante il quale la Sicilia è stata investita da molte stragi.

Ha ricoperto l’incarico di prefetto di Vibo Valentia dedicandosi anima e corpo alla lotta per contrastare le organizzazioni di stampo mafioso. Prima di diventare commissario alla Sanità in Calabria, Longo da luglio era stato nominato Commissario del Comune di Partinico sempre in Sicilia.

Le sue parole in merito all’incarico ricevuto

Guido Longo è succeduto a una serie di nomine ravvicinate, l’ultimo ad aver ricevuto la nomina di commissario prima di lui è stato l’ex rettore dell’università Sapienza di Roma, Eugenio Gaudio.

Longo è considerato un ‘superpoliziotto’, un uomo di integrità che ha dedicato la vita a combattere la mafia conosciuto per la cattura di molti latitanti ben noti e pericolosi.

Dopo esser stato nominato nuovo commissario alla Salute della Calabria dal premier Conte, Guido Longo ha voluto spendere due parole in merito. Il Commissario Longo ha voluto sottolineare che conoscenze bene i territori che dovrà sovraintendere e molto lavoro ci sarà da fare prossimamente.

Ha poi continuato:

So in cosa metto le mani.

Continuando ha poi tranquillizzato i cittadini calabresi dicendo loro che la sua intenzione è fornirgli miglioramenti concreti. Si aspetta da parte delle autorità locali disponibilità e collaborazione per raggiungere l’obiettivo comune.

A Radio 1 Longo ha continuato a commentare la sua nomina a commissario ricordando agli ascoltatori che nella sua carriera non si è mai tirato indietro difronte alle sfide. Ringrazia il governo per la fiducia che ha riposto nella sua figura professionale e spera di poter ripagare tale fiducia con concreti cambiamenti in meglio molto presto.

Ha poi continuato:

 Il mio è un grande atto di amore verso la Calabria e verso il popolo calabrese.

Logo ha ricordato che negli anni’80 si trovava in Calabria durante la guerra di ‘ndrangheta, nel 2012 è stato questore di Reggio e poi prefetto di Vibo 5 anni dopo.

Logo è entusiasta dell’incarico assegnatogli ed è impaziente di lavorare per aiutare i cittadini calabresi che in questo momento, a sua detta, hanno urgente bisogno di aiuto.