Home News Che cos’è il Bonus Rubinetti? Ecco come richiedere la detrazione

Che cos’è il Bonus Rubinetti? Ecco come richiedere la detrazione

CONDIVIDI

Bonus Rubinetti: in arrivo la detrazione a 1.000 euro. Ecco a chi spetta!

Bonus Rubinetti: la Manovra 2020 ha introdotto una detrazione fiscale fino a 1.000 euro, che spetterà a chi installa all’interno della propria abitazione i filtri per la depurazione dell’acqua.

Per le attività commerciali come i ristoranti ed i bar, la detrazione fiscale aumenta fino a 5.000 euro.

Bonus Rubinetti: a chi spetta?

A chi spetta il Bonus Rubinetti? A chi installa filtri per l’acqua spetta una detrazione fiscale fino a 1.000 euro, prevista e contenuta nel corposo pacchetto di emendamenti del M5S.

Il bonus rubinetti è una detrazione fino a mille euro per chi installa filtri per l’acqua all’interno dell’abitazione privata e sale fino a 5.000 euro per chi li installa in bar e ristoranti.

L’obiettivo principale è incentivare l’utilizzo dell’acqua del rubinetto scoraggiando l’utilizzo dell’acqua imbottigliata nelle bottiglie di plastica.

Inoltre, l’introduzione del vuoto a rendere per i contenitori in plastica ma anche in vetro e la riduzione dell’aliquota Iva per i prodotti igienici biodegradabili (tra cui gli assorbenti femminili) sono altre misure volte a ridurre e disincentivare la popolazione a utilizzare le bottiglie di plastica.

Plastic Tax: ecco la rimodulazione dell’imposta

In arrivo una possibile rimodulazione della Plastic Tax, misura, che non verrebbe applicata ai prodotti che contengono una percentuale elevata di plastica biodegradabile o riciclata.

La Plastic Tax si sostanzierà nell’applicazione di un’imposta sul consumo di manufatti in plastica con singolo impiego che hanno la funzione di contenere, proteggere, consegnare le merci e i prodotti alimentari.

La normativa specifica che la Plastic Tax è fissata nella misura di 1,00 euro per Kg di materia plastica contenuta nei manufatti con singolo impiego.

Sono esclusi dalla Plastic Tax i manufatti compostabili e le siringhe.

Inoltre, sono previsti interessanti incentivi ed un credito di imposta alle imprese attive nel settore delle materie plastiche.

L’obiettivo è quello d’incentivare l’adeguamento tecnologico finalizzato alla produzione di manufatti compostabili e biodegradabili.