Home News Cestini canestro, un gioco green per buttare i rifiuti

Cestini canestro, un gioco green per buttare i rifiuti

CONDIVIDI

Dei ragazzi nei pressi di Dakar hanno progettato e installato dei cestini con un canestro da basket, per spingere i passanti a gettare i rifiuti nel giusto luogo.

Un gruppo di ragazzi senegalesi ha deciso di spingere i loro concittadini a gettare i rifiuti nei cestini, dotandoli di un canestro da basket. Siamo a Nianing che si trova a sud di Dakar, sulla costa e con un’idea originale e divertente per impedire che i rifiuti vengano gettati per strada.

L’iniziativa Je Marque

L’idea è semplice cioè combattere contro i rifiuti sulle strade attraverso l’installazione di cestini con piccoli canestri nei luoghi pubblic. Si tratta di un modo divertente per spingere le persone a gettare i rifiuti nel luogo corretto e non per strada, facendo giocare. L’idea è do un collettivo di ragazzi capitanati da Fodé Camara, che ha 35 anni. A loro spese, hanno creato questi bidoni:

“Vogliamo che sia sviluppata ovunque in Senegal. Il basket è una sorta di incentivo. Quando vedi un canestro, hai il riflesso di lanciare qualcosa per segnare un punto. Perché non farlo coi bidoni della spazzatura e combinare divertimento con gioco e servizi igienici? Quando passi e hai una bottiglia di plastica in mano, puoi gettarla nel cestino invece di lasciarla a terra”.

Da uno schizzo si è arrivati a 3 prototipi grazie alla richiesta del presidente Macky Sall di rendere il Senegal un paese pulito. Ogni cassonetto è costruito a mano ed ha un’apertura nella parte inferiore per poterlo svuotare. I residenti sembrano apprezzare ed utilizzare questo cestino. I ragazzi dicono che spesso vengono lanciate per far canestro le tazze in plastica di caffè touba lì, una bevanda tipica. Inoltre desiderano che:

“lo stato diventi proprietario di questo concept”.

In Senegal, come in altri paesi dell’Africa, raccogliere e trattare i rifiuti domestici è complicato e piccole e divertenti soluzioni come questa, permettono di raccogliere i rifiuti che altrimenti verrebbero gettati in strada.