Home Salute & Benessere Cereali, ecco tutti i benefici che hanno sulla salute

Cereali, ecco tutti i benefici che hanno sulla salute

CONDIVIDI

Cereali o granaglie appartengono alle famiglie dei monocot, “Poaceae o Gramineae” e sono ampiamente coltivate per ottenere i componenti commestibili dei loro semi di frutta. Dal punto di vista botanico, questi frutti sono chiamati “caryopsis” e sono strutturalmente suddivisi in endosperma, germe e crusca. Ecco i benefici che hanno sulla salute.

cereali
cereali

Cereali, i benefici sulla salute

Fonte d’energia

I cereali sono probabilmente la più grande fonte di energia per l’uomo. Fornendo quasi il 30% delle calorie totali in una dieta regolare, i cereali sono probabilmente l’alimento calorico più consumato al mondo.

I cereali sono economici e una fonte di energia ampiamente disponibile poiché economica.

Alto contenuto di minerali

Nei cereali, circa il 95% dei minerali sono solfati e fosfati di magnesio, potassio e calcio. Una buona quantità di fosforo, chiamata fitina, è presente nei cereali.

I fitati presenti nei cereali riducono considerevolmente l’attività dell’assorbimento del ferro. I cereali non raffinati hanno più fitati rispetto ai cereali raffinati.

Dopo la germinazione dei semi, i fitati diminuiscono a causa della rottura degli enzimi e quindi il contenuto di ferro viene aumentato. Questo è il motivo per cui si dice che le farine maltate di cereali abbiano un valore nutrizionale maggiore rispetto alla farina cruda.

Lo zinco, il rame e il manganese sono presenti anche in piccole quantità. I cereali non contengono calcio e ferro, ma il ragi è un’eccezione. Tra i cereali, il riso è la fonte più povera di ferro e calcio. Ragi, miglio, jowar e bajra contengono elevate quantità di minerali e fibre.

Prevenire il cancro

I prodotti integrali riducono le possibilità di cancro al seno. I cereali sono ricchi di fitosteroli o steroidi a base vegetale ed estrogeni vegetali che stimolano l’ormone estrogeno.

I fitosteroli si legano ai recettori degli estrogeni presenti nei tessuti del seno e bloccano gli estrogeni umani che favoriscono la crescita del cancro al seno. Molti studi hanno dimostrato che i tumori del colon possono essere evitati consumando prodotti integrali o cereali ricchi di fibre.

I fitosteroli aumentano il movimento delle feci attraverso l’intestino, limitando così il tempo di riassorbimento degli estrogeni nel sangue attraverso la parete del colon.

Prevenire la costipazione

I cereali hanno fibre insolubili e solubili come cellulosa, pectina ed emicellulosa. Queste fibre sono presenti nella crusca e nel pericarpo, che spesso vengono demolite durante la lavorazione, quindi è consigliabile consumare cereali integrali per curare i problemi di costipazione estrema.

I cereali inoltre migliorano efficacemente la peristalsi nell’intestino e aumentano la maggior parte delle feci, mantenendo così pulito il sistema interno.

Il Ragi è ricco di cellulosa e ha eccellenti proprietà lassative che alleviano la costipazione. Il riso integrale è anche utile per il trattamento di questo disturbo.

Mantenere il livello di zucchero nel sangue

Il contenuto di fibre nei cereali riduce la velocità della secrezione di glucosio dal cibo, mantenendo così i livelli di zucchero nel sangue.

Fornire proteine

Le proteine ​​sono presenti in ogni tessuto del chicco di cereali. Le aree concentrate ricche di proteine ​​sono lo scutello, l’embrione e lo strato di aleurone e si possono trovare quantità moderate nell’endosperma, nel pericarpo e nella testa.

La concentrazione di proteine ​​diventa più densa nell’endosperma dal centro al limite. Le proteine ​​dei cereali sono di diversi tipi; come albumine, prolamine, gliadine, globuline e glutinine. Questi tipi di proteine ​​sono chiamate proteine ​​”senza glutine”. Questo glutine ha una straordinaria elasticità e proprietà mobili, presenti principalmente nei chicchi di grano, ma anche in alcuni altri tipi di cereali.

I cereali di solito hanno il 6-12% di proteine ​​ma mancano di lisina. Il contenuto proteico varia in ciascun tipo di cereale. Ad esempio, il riso contiene meno proteine ​​rispetto ad altri cereali. In effetti, la percentuale di proteine ​​varia anche con diverse varietà dello stesso cereale.

Sebbene in quantità inferiore, la qualità delle proteine ​​del riso è migliore delle proteine ​​di altri cereali. Quando si consumano cereali con legumi, la qualità delle proteine ​​migliora automaticamente, grazie alla reciproca integrazione.

I legumi hanno un alto contenuto di lisina e sono carenti di metionina; d’altra parte, i cereali hanno un’abbondanza di metionina.