Home Casi Caso Vannini, i Ciontoli condotti in carcere. Le lacrime di mamma Marina:...

Caso Vannini, i Ciontoli condotti in carcere. Le lacrime di mamma Marina: “Ora può riposare in pace”

La Corte di Cassazione ha confermato le condanne per la famiglia Ciontoli.

Caso Vannini
Caso Vannini, foto Ansa

Antonio Ciontoli è accusato di omicidio con dolo eventuale, il resto della famiglia di concorso anomalo.

La morte di Marco Vannini e la sentenza della Corte di Cassazione

Si è conclusa con una condanna per tutti i componenti della famiglia Ciontoli la lunga vicenda giudiziaria di Marco Vannini, il 21enne morto nella notte tra il 17 ed il 18 maggio del 2015, nella villetta della famiglia Ciontoli, ucciso da un colpo di pistola.

Ad esplodere il colpo fu Antonio Ciontoli, padre della fidanzata di Marco, ma ad uccidere il giovane bagnino di Ladispoli furono i ritardi dei soccorsi.

Ritardi causati dagli stessi Ciontoli, che attesero oltre un’ora per allertare un’ambulanza.

Quando Marco Vannini venne soccorso, per il ragazzo non c’era ormai più nulla da fare.

Nel tardo pomeriggio di lunedì, la Corte di Cassazione ha messo la parola fine ad una vicenda giudiziaria che va avanti da ben 6 anni.

Antonio Ciontoli dovrà scontare 14 anni di carcere, mentre la moglie Maria Pezzillo, e i due figli, Federico e Martina, sono stati condannati a 9 anni e 4 mesi.

Antonio Ciontoli è accusato di omicidio con dolo eventuale, il resto della famiglia di concorso anomalo.

Nella tarda serata di ieri, Martina Ciontoli e Maria Pezzillo sono state portate nel carcere romano di Rebibbia, Federico e Antonio Ciontoli a Regina Coeli.

La commozione di mamma Marina

I genitori di Marco Vannini non hanno mai smesso di lottare per vedere riconosciute le colpe dell’intera famiglia Ciontoli e dopo 6 anni da quella terribile notte si sono detti soddisfatti per le pene inflitte.

“Una settimana fa ho sono sognato Marco, era bello, stava al mare e mi diceva ‘Mamma andrà tutto come deve andare stai tranquilla‘. Questa cosa si è avverata. Marco ha riacquistato la sua dignità”,

ha detto in lacrime mamma Marina, dopo la lettura della sentenza.

Leggi anche –> Risucchiata da un macchinario, Luana D’Orazio muore a 22 anni: lascia un bimbo piccolo