Home Casi Caso Piredda-Pitzalis, condannata per diffamazione la suocera di Valentina

Caso Piredda-Pitzalis, condannata per diffamazione la suocera di Valentina

CONDIVIDI

Il Tribunale ha condannato ad una multa Roberta Mamusa madre di Manuel che morì dando fuoco a Valentina Pitzalis, ecco perché.

Caso Piredda-Pitzalis: la suocera condannata per diffamazione
Roberta Mamusa- Manuel Piredda-Valentina Pitzalis

La donna aveva fatto riaprire le indagini per quanto accaduto nel 2011 tra suo figlio Manuel Piredda e la sua ex Valentina Pitzalis, ora è stato acclarato che diffamò la nuora.

Il caso di Manuel Piredda e Valentina Pitzalis

Il caso di Valentina Pitzalis e Manuel Piredda risale al 2011 quando l’ex marito perse la vita dopo aver tentato di dare fuoco alla donna.
Piredda morì per asfissia ma Valentina sopravvisse seppur gravemente ustionata.

Da allora un calvario non solo fisico ma anche giudiziario e mediatico per Valentina poiché venne anche indagata proprio per la morte di Manuel.
A sostenere la tesi dell’omicidio la famiglia di Piredda che non accettava quanto trapelato da testimonianze e prove.

Nonostante le campagne denigratorie il Tribunale ha archiviato due volte il caso rigettando le accuse ed ora è giunta anche la condanna per la suocera di Valentina.

La condanna per la ex suocera

Valentina Pitzalis in questi anni ha subito molti attacchi sia di persona con minacce in strada che mediatiche.
Soprattutto su Facebook, in gruppi appositamente creati, i detrattori di Valentina Pitzalis hanno continuato ad insultarla.

Una pagina Facebook in particolare “Verità e giustizia per Manuel”, proprio creata dalla Mamusa, era il ritrovo per odio e diffamazione nei confronti di Valentina definita come un’assassina.
In seguito alla denuncia è arrivata ora la condanna per la ex suocera. La donna dovrà pagare una multa di 800 euro e dovrà liquidare una provvisionale di 5 mila euro.

Gli insulti pubblici rivolti a Valentina sono gravissimi, la Mamusa la definiva pazza, stalker, drogata, arrivando ad insultare anche la madre della Pitzalis.
Già tempo prima la suocera era stata condannata civilmente: aveva diffuso pagine del diario di Valentina.

Ma la vicenda non pare chiusa nemmeno dopo la condanna: proprio di poche ore fa è un altro post di Mamusa in cui afferma:

“Non mi fermerò”

Valentina Pitzalis, rimasta sfigurata durante un tentato femminicidio non pare poter trovare la serenità che le spetta.