Home Politica Caso Gregoretti, la Procura chiede l’archiviazione del processo

Caso Gregoretti, la Procura chiede l’archiviazione del processo

CONDIVIDI

L’udienza è in corso da questa mattina al Tribunale di Catania. L’accusa, per l’ex Ministro dell’Interno, è di sequestro di persona.

matteo salvini chiesta archiviazione

La Procura, com’era già immaginabile, ha chiesto l’archiviazione del processo a carico di Matteo Salvini.

Il caso Gregoretti e l’avvio del processo

È iniziato questa mattina, in una Catania blindatissima, il processo a carico dell’ex Ministro dell’Interno, Matteo Salvini. L’accusa per il leader del Carroccio è di sequestro di persona.

La vicenda risale al luglio 2019, quando l’allora Ministro dell’Interno bloccò lo sbarco di 131 migranti, salvati dalla nave Gregoretti.

Lo sbarco restò in stallo per 4 giorni, per via anche di una segnalazione del governo tedesco, che aveva parlato della presenza di due scafisti a bordo dell’imbarcazione.

Il leader della Lega aveva già annunciato, diversi giorni fa, di non voler chiamare a deporre il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sebbene la sua parola potesse aiutarlo a spiegare la situazione e gli accordi presi.

I migranti sarebbero rimasti a bordo di quella nave, ha raccontato Salvini, solo il tempo necessario per decidere il loro ricollocamento nei Paesi Ue.

Chiesta l’archiviazione del processo

Questa mattina, la Procura, come si supponeva già da diverso tempo, ha chiesto l’archiviazione del processo a carico di Matteo Salvini.

Come riferisce anche La Repubblica, Matteo Salvini è intervenuto in serata in piazza a Catania.

 “Il mio processo è una violenza alla Costituzione. Ho piena fiducia nella magistratura e penso che il processo non ci sarà proprio”

ha annunciato alle persone presenti.

Nell’aula di Tribunale, presente questa mattina anche l’unica famiglia di migranti che è arrivata in Italia con la nave Gregoretti ed è rimasta sull’isola. Jafra e Aishat Saha si sono costituiti parte civile nel processo, insieme ad altre associazioni.

Il giudice potrebbe richiedere l’acquisizione dei documenti relativi ad altri sbarchi durati alcuni giorni. Se questa circostanza si verificasse, la seconda udienza potrebbe slittare a dicembre.