Home News Svaligiata la casa di Icardi a Parigi mentre era in trasferta con...

Svaligiata la casa di Icardi a Parigi mentre era in trasferta con la squadra

CONDIVIDI

Il colpo a casa Icardi sarebbe fruttato ai malfattori oltre 400mila euro tra capi d’abbigliamento, gioielli, orologi ed accessori di lusso.

Icardi
All’interno dell’abitazione sono state rinvenute tracce dei rapinatori.

Un bottino di oltre 400mila euro per i ladri che si sono infiltrati nella villa di Parigi abitata da Mauro Icardi e Wanda Nara, ecco quanto emerso da una prima stima. Ad essere stati portati via, nello specifico, sono stati gioielli, orologi e capi d’abbigliamento.

Sono diversi i furti che hanno colpito i calciatori parigini

La rapina a casa dell’ex capitano nerazzurro, stando alle indagini, è avvenuta nella notte fra sabato e domenica quando il giocatore di nazionalità argentina era in trasferta con la sua squadra, il Paris Saint Germain.

I parigini di Mauro Icardi, infatti, sono stati impegnati sul campo del Lorient. Tornando a parlare del furto, questo, sfortunatamente, non è stato il primo calciatore della squadra della capitale della Francia a subirne uno.

Solo la scorsa settimana fu preso di mira il portiere del team, Rico. Anche in questo caso i malviventi, per entrare nella sua abitazione a Neuilly-sur-Seine, hanno scelto un giorno in cui il calciatore era impegnato sul campo.

Il bottino a casa di Thiago Silva superò il milione di euro

Fortunatamente, in questo caso però, i ladri hanno portato a casa solamente 25mila euro fra contanti, orologi e gioielli. Nel 2019, invece, fu la volta del terzino brasiliano Dani Alves. Non è andata certamente meglio nel 2018 a Choupo Moting con danni da 600mila euro e a Thiago Silva con un malloppo guadagnato superiore al milione di euro.

Tornando a parlare del caso Icardi, ad avvertire le forze dell’ordine, come raccontato dal giornale L’Equipe, sono stati i membri del personale dell’attaccante. I ladri, quindi, avrebbero scassinato l’ingresso consci del fatto che non ci fosse nessuno all’interno.

Le autorità parigine hanno iniziato ad effettuare le prime ricostruzioni. Sembra, inoltre, che siano state trovate tracce di Dna ed impronte le quali potrebbero semplificare di molto le indagini.