Home News Carola Rackete, “L’Europa non accetta le persone”: l’intervista a ‘Che Tempo che...

Carola Rackete, “L’Europa non accetta le persone”: l’intervista a ‘Che Tempo che Fa’ tra le polemiche

CONDIVIDI

Carola Rackete ospite di Fabio Fazio nella trasmissione di Raidue “Che tempo che fa”. L’intervista alla capitana della Sea Watch

carola rackete

Cos’ha detto Carola Rackete durante la trasmissione di Fabio Fazio?

La vicenda della Sea Watch

Carola Rackete, capitana della Sea Watch 3, è arrivata agli onori della cronaca dopo che lo scorso 26 giugno ha deciso di sfidare le regole del decreto sicurezza-bis entrando a Lampedusa, per far sbarcare 42 migranti a bordo della nave.

Prima di sbarcare, la Sea Watch aveva provato a fare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo, che però non aveva dato risposta positiva alle richieste.

È stato così che Carola Rackete ha fatto il suo ingresso nelle acque italiane. La capitana della Sea Watch è finita in carcere per 4 giorni, con l’accusa di resistenza e violenza a una nave da guerra e resistenza a pubblico ufficiale.

Accuse mai convalidate dal giudice per le indagini preliminari che ha escluso i reati ascritti alla capitana.

L’intervista a “Che tempo che fa”

Domenica sera, Carola Rackete è stata ospite di Fabio Fazio nella trasmissione in onda su Raidue “Che tempo che fa”. Un’intervista, com’è facilmente immaginabile, incentrata sulla questione migranti e sul cambiamento climatico, tema molto caro alla capitana.

“È uno choc che l’Europa non possa accettare persone. Dov’è finita la nostra umanità, se non possiamo neppure attenerci a leggi raggiunte a livello internazionale”

ha sentenziato Carola Rackete. La capitana ha parlato di migranti come persone e non numeri, persone che vivono storie tragiche e che mettono in luce la disuguaglianza che c’è sulla Terra.

Altro tema caldo per la capitana è quello dell’ambiente: la crisi climatica acuirà la povertà di chi vive già in precarie condizioni. Le risorse limitate del pianeta dovrebbero spingere tutti noi a condividere, in modo che a nessuno manchino, ha suggerito la Rackete.

In studio con la capitana, ospiti della trasmissione anche Giorgia Linardi, portavoce della Sea Watch, e Muhamad Diaoune, un migrante arrivato in Italia su un gommone.