Home News Carnevale in Campania: arriva la nuova ordinanza di De Luca

Carnevale in Campania: arriva la nuova ordinanza di De Luca

CONDIVIDI

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha firmato oggi un’ordinanza per regolamentare il Carnevale.

carnevale campania

In Campania, nel weekend che precede il Carnevale e nel giorno di martedì grasso, ci saranno diverse restrizioni.

L’ordinanza di San Valentino

Il Carnevale in Campania, come del resto in tutta Italia, non potrà essere festeggiato a causa della pandemia ma anche delle ordinanze.

Oggi pomeriggio è uscita quella nuova del governatore Vincenzo De Luca che arriva in occasione del weekend di Carnevale e San Valentino.

Sull’ordinanza pubblicata oggi si legge, come riporta il Mattino:

“In conformità alle conclusioni del report settimanale 39 del ministero della Salute si ribadisce che […] è fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e che rimanga a casa il più possibile”.

Alla popolazione si chiede di adottare di rispettare le norme anti contagio previste e di indossare la mascherina correttamente. Poi, viene chiesto di rispettare le quarantene. Inoltre, è necessario anche che i sindaci e le forze dell’ordine adottino tutti i controlli utili a scongiurare assembramenti e violazioni delle regole.

In particolare, ai sindaci viene chiesto che vengano chiuse le piazze e le strade che, di consueto, sono più frequentate o, per lo meno, renderle ad accesso contingentato.

Niente travestimenti

I consueti eventi, festeggiamenti, sfilate e manifestazioni non potranno avere luogo da domenica 14 a martedì 16 febbraio. Anche nelle case private è vietato ogni tipo di festeggiamento.

Un’ordinanza, quella di oggi, che De Luca aveva annunciato da tempo. L’obiettivo vietare o, per lo meno, scongiurare le classiche passeggiate e mini sfilate con bambini festanti e lanci di coriandoli.

Per il Governatore il rischio di una terza ondata è reale. Ciò soprattutto alla luce delle nuove ondate che minacciano l’Europa ed il mondo.