Home Spettacolo Carlotta Mantovan, fans inferociti: “Sempre a parlare di Fabrizio”. Odio senza misura...

Carlotta Mantovan, fans inferociti: “Sempre a parlare di Fabrizio”. Odio senza misura per la moglie di Frizzi

CONDIVIDI

Sulla pagina Instagram di Carlotta Mantovan, la moglie di Fabrizio Frizzi, nelle ultime ore sarebbe apparso un post molto furente: “Basta parlare di Fabrizio Frizzi“.

Carlotta Mantovan
Carlotta Mantovan

Un commento stizzito di un’utente di Instagram, che ha invitato gli altri seguaci della donna di smettere di ricordare, alla moglie del compianto presentatore , morto nel marzo del 2018 di non riaprire sempre la ferita con post inutili.

Pochi giorni fa Fabrizio Frizzi avrebbe compiuto 61 anni.  In molti  amici e i colleghi lo hanno ricordato. Carlotta Mantovan, invece ha deciso di ricordare il marito in maniera privata  senza alcun post o foto sui social. E tra un mese, si celebrerà il primo anniversario dalla scomparsa di Fabrizio Frizzi, avvenuta il 27 marzo del 2018. Carlotta ha sempre sofferto in silenzio. Mai una parola fuori posto, ma ci ha pensato una follower a mettere le cose a posto: “Potete smetterla di scrivere di Fabrizio in ogni foto? Il vostro amore vi è arrivato e ve ne è profondamente grata!!!! Ma ora Carlotta desidera guardare avanti e vivere il suo dolore ed i suoi ricordi, in silenzio, privatamente!!!! Rispettate!!! Ogni qualvolta che si ricorda Fabrizio si riapre una ferita mai risanata”.

Leggi anche: Carlotta Mantovan, critiche feroci contro la moglie di Frizzi: “Capiamo il dolore, ma fai sempre la stessa smorfia”

Ed è veramente brutto che Carlotta venga criticata per non aver messo post che ricordassero suo marito. In tanti non riescono a capire che si può vivere senza i social. E gli haters si divertono a rispondere:  “Non ti degni mai di rispondere“. Insomma, la giornalista deciderà di rispondere? Ma intanto ci pensa una fan a prendere le sue difese. Un’utente commenta infatti:

“Se ti va scrivi a prescindere , altrimenti no, non perché debba arrivare per forza una risposta. Ma che ti deve rispondere una persona che sta soffrendo doppiamente per se e per la figlioletta ….. ma perché? Perché parlate?”