Home Politica Carlo Calenda, l’annuncio su Rai 3: “Mi candido a Sindaco di Roma”

Carlo Calenda, l’annuncio su Rai 3: “Mi candido a Sindaco di Roma”

CONDIVIDI

Carlo Calenda ha annunciato che si vuole candidare come Sindaco di Roma seppur per adesso senza sostegno del Pd.

Carlo Calenda, l'annuncio su Rai 3: "Mi candido a Sindaco di Roma"

Carlo Calenda approfitta del suo intervento a Rai Tre per comunicare il suo prossimo progetto di candidatura come Sindaco di Roma.

L’annuncio di Calenda

Ospite a Che Tempo che Fa, l’annuncio è stato chiaro e conciso con un prossimo obiettivo di candidatura come Sindaco di Roma:

“non posso parlare per il pd, partecipiamo ad un tavolo con tutte le forze e io auspico un appoggio largo perché una persona da sola non può fare questo lavoro”

Così l’ex Ministro dello Sviluppo Economico del Governo Renzi ha evidenziato durante la diretta di credere nella possibilità di riportare Roma nelle lista delle grandi capitali europee e che questa sarà una grande avventura.

Il leader dell’Azione parla anche del Pd e di come sia evidente dal sondaggio che senza un sostegno non potrà arrivare al ballottaggio, sicuramente posizionandosi alle spalle delll’attuale Sindaco Virginia Raggi:

“il pd dovrebbe appoggiarmi se pensa che io sia la persona adatta a governare roma”

Focus anche sulle primarie, dove esprime il suo pensiero sul fatto che possano essere viste come una panacea e che far tutto in questo periodo così delicato non sia affatto facile.

Le sue parole sulla Raggi

Il leader di Azione da un giudizio all’operato della Raggi, mettendo il punto sul fatto che i problemi di Roma arrivino molto prima dell’attuale Sindaco in carica. Nonostante tutto è evidente – secondo quanto esprime durante la diretta – che la gestione attuale sia stata disastrosa.

Non solo candidatura ma anche una chiara coalizione con il centro sinistra italiano, cercando un appoggio largo così che tutte le personalità con esperienza possano lavorare per far tornare Roma una città di livello. Ora manca solo l’appoggio da parte del Pd e poi la candidatura potrà proseguire.