Home Cronaca Cardito, patrigno massacra di botte due fratellini, Giuseppe muore a 7 anni

Cardito, patrigno massacra di botte due fratellini, Giuseppe muore a 7 anni

CONDIVIDI

Cardito-Napoli- il compagno della mamma massacra di botte i suoi bambini. Pugni e calci uccidono il piccolo Giuseppe di 7 anni. La sorellina confessa tutto

massacrato di botte

L’aggressione si è consumata nelle vie di Napoli-Cardito, dove Tony Sessoubti Badre di 24 anni, ha massacrato a sangue freddo, i figli della sua compagna.

Tutto è successo nel pomeriggio del 27 Gennaio, quando Tony si è scagliato con due dei tre figli della sua compagna. L’uomo,avrebbe picchiato con calci  pugni i due fratellini senza un motivo apparente. Secondo alcune ricostruzioni, l’aggressore, si sarebbe scagliato contro i due bambini dopo una lite con la sua compagna. 

Giuseppe muore a 7 anni

Una lite e poi la tragedia. E’ cosi che si è concluso il dramma di una mamma di Cardito. Il compagno dopo una lite familiare, ha accusato la donna di prestare troppe attenzioni ai suoi tre bambini. La furia e la rabbia hanno preso il sopravvento e l’uomo si è lanciato contro i due bambini, massacrandoli di botte.

Il piccolo Giuseppe non è riuscito a sopravvivere ed è deceduto in pochi minuti. Ad allarmare la polizia, sono stati i vicini, che hanno sentito le urla strazianti provenire dall’abitazione vicina. La polizia è intervenuta tempestivamente e una volta sul luogo, hanno appurato che il bambino era ormai già morto. Le cause della sua morte sono ancora da accertare.

“E’ stato Tony, lo fa sempre,” la confessione di Noemi

La piccola Naomi è stata portata d’urgenza in ospedale dove adesso, è in cura tra le braccia dei medici del Santo-Bono di Napoli. La bambina non ha riportato lesioni gravi, ma ha lividi e tumefazioni su tutto il corpo, sopratutto sul volto.  Il più piccolo di soli 4 anni, fortunatamente non ha ricevuto alcuna violenza ed è completamente illeso. I tre bambini erano nati da una precedente relazione.

Interrogato per ore, Tony ha cercato di modificare a suo piacimento, la vera versione dei fatti. Solo dopo un lungo interrogatorio, l’orco ha confessato di aver usato violenza contro i bambini massacrandoli di pugni e calci. L’aggressore avrebbe già dei precedenti penali e un a forte dipendenza all’alcool, che con ogni probabilità, lo avrebbe portato ad usare violenza contro i due bambini. L’assassino è stato arrestato alle 5.30 di stamattina, con l’accusa di omicidio. Anche la mamma delle tre creature, è sotto interrogatorio e al momento è in stato di fermo per accertare le dinamiche dell’accaduto