Home Cronaca Caporalato in Brianza, minori sfruttati e senza paga: 3 arresti

Caporalato in Brianza, minori sfruttati e senza paga: 3 arresti

CONDIVIDI

I lavoratori impiegati per raccogliere pallet erano costretti a condizioni igienico-sanitarie disumane.

caporalato brianza

Tra i 13 giovani, tutti di origine romena, 4 sono minorenni.

Caporalato in Brianza: tre arresti

Tre persone di origine romena sono state arrestate questa mattina dai carabinieri di Monza, con l’accusa di aver reclutato e sfruttato 13 giovani, di cui 4 minorenni, sottoponendoli a condizioni di sfruttamento e approfittando del loro stato di necessità.

I lavoratori erano impiegati in un terreno agricolo occupato illegalmente a Usmate Velate, in provincia di Monza. Come riferisce anche La Repubblica, i tre caporali, di 24, 26 e 50 anni, per portare avanti l’attività di raccolta e rivendita di pallet sfruttavano i 13 giovani, anch’essi provenienti dalla Romania.

I carabinieri hanno scoperto le pessime condizioni igienico-sanitarie dei lavoratori.

La fuga dai campi e la denuncia ai carabinieri

A far avviare le indagini sono stati proprio due dei giovani sfruttati, uno dei quali minorenne. I due sono fuggiti dai campi di lavoro ed hanno cercato aiuto nella caserma dei carabinieri, raccontando quanto erano costretti a subire.

I giovani hanno raccontato di essere stati reclutati quando si trovavano ancora in Romania, con la promessa di un lavoro dignitoso. I giovani erano costretti a lavorare senza una paga, senza potersi concedere una pausa, oltre quei pochi minuti per consumare il pasto e costantemente minacciati.

Condotti nel carcere di Monza, ai tre gestori del terreno agricolo occupato illegalmente sono state contestate violazioni amministrative per oltre 160 mila euro. L’area utilizzata per la raccolta del pallet è stata quindi sottoposta a sequestro.