Home Salute & Benessere Camminare veloce rallenta invecchiamento cerebrale. Lo dice la scienza

Camminare veloce rallenta invecchiamento cerebrale. Lo dice la scienza

CONDIVIDI

Un passo spedito ti manterrà giovane: la scienza conferma che camminare veloce rallenta l’invecchiamento cerebrale e fisico.

camminare rallenta invecchiamento cerebrale

Non tutti sanno che camminare rallenta l’invecchiamento cerebrale e fisico: una bella passeggiata a passo spedito vi manterrà in forma e più giovani.

Cammina veloce per non atrofizzare il cervello

Camminare in modo spedito mantiene il corpo in ottima forma e anche il cervello ne giova: è un allenamento per corpo e mente camminare velocemente.

Solitamente dopo i 50 anni il nostro andamento tende a rallentare e questo già denota un inizio di declino fisico-cognitivo.

Come rallentarlo? Mantenendo un veloce passo spedito, adeguatamente alla nostra fascia d’età ovviamente: nessuno pretende che un 70enne cammini veloce come un 20enne.

Camminare al massimo della speditezza tenendo conto della nostra età e condizione fisica è l’arma migliore contro l’invecchiamento cerebrale.

Più camminerete veloci quotidianamente acquisendo un passo spinto e spedito, maggiormente il vostro cervello si allenerà mantenendosi giovane e attivo.

I ricercatori dell’istituto universitario americano Duke University e del King’s College di Londra hanno scoperto che esiste una correlazione positiva tra giovinezza cerebrale e passo spedito.

La tendenza a camminare lentamente è una caratteristica che si può notare già dai primi anni di vita. Assumere da subito una camminata poco spedita è indice di una predisposizione all’invecchiamento precoce.

La ricerca condotta è stata pubblicata su Jama e il suo scopo era appunto verificare che chi cammina velocemente invecchia più tardi degli altri.

I pazienti sottoposti all’analisi sono neozelandesi nati negli anni ’70: i dati rilevati hanno dimostrato che le persone che camminavano meno speditamente, sia durante l’infanzia che nella vita, oggi presentano precoci sintomi di invecchiamento cerebrale e fisico.

Leggi anche: Donne giapponesi giovani e magre a lungo, il loro segreto qual è?

Chi cammina più lentamente e ha un andatura meno spedita sarà perciò vittima di un invecchiamento sia fisico che cerebrale più rapido rispetto agli altri.

Rimani in forma, corpo e mente in equilibrio

I sintomi di un invecchiamento cerebrale precoce sono: leggera perdita di memoria, fatica nei ragionamenti, lentezza nelle associazioni mentali.

A questi si aggiungono i sintomi fisici come: dolori, pelle e cappelli meno elastici, muscoli più atrofizzati, ossa fragili e dentatura debole.

Per non accusare questi sintomi e mantenere un ottimo equilibrio mente-corpo camminare spediti e praticare regolare attività fisica sono la soluzione.

Rimanere attivi vi farà rimanere giovani molto più a lungo. Anche mangiar bene e in modo salutare aiuta a rimanere giovani: scopri i 10 cibi che rallentano l’invecchiamento.