Home News Camion all’idrogeno, il primo circolerà in tutta Europa

Camion all’idrogeno, il primo circolerà in tutta Europa

CONDIVIDI

In Svizzera arrivano i primi 10 camion all’idrogeno della Hyundai all’idrogeno. Questi mezzi non inquinanti circoleranno in tutta Europa.

camion idrogeno

I camion all’idrogeno erano considerati fino a qualche tempo fa come un sogno futuristico. È alimentato con celle a combustibile a idrogeno ed è stata la Hyundai Motor Company a progettare e costruir questo mezzo innovativo. Saranno spedite le prime 10 unità in Svizzera del modello Hyundai XCIENT Fuel Cell.

Il funzionamento del camion all’idrogeno

Questo mezzo pesante è alimentato per mezzo di celle a combustibile a idrogeno da 190 kW con due pile da 95 kW. Il carburante viene immagazzinato in sette grandi serbatoi, ognuno di circa 32,09 kg, potendo percorrere circa 400 km con un pieno. Per fare il rifornimento s’impiega circa dagli 8 ai 20 minuti. È a zero emissioni e produce solo vapore acqueo.

Le consegne partiranno da settembre 2020, arrivando ad oltre 1.600 camion XCIENT entro il 2025. Il Vice Presidente Esecutivo e Direttore della Divisione Veicoli commerciali di Hyundai Motor, In Cheol Lee ha spiegato che:

“XCIENT Fuel Cell è una realtà attualenon un semplice progetto sul tavolo per un futuro […] La costruzione di un ecosistema globale di idrogeno, in cui le esigenze di trasporto critiche sono soddisfatte da veicoli come XCIENT Fuel Cell, porterà a un cambio di paradigma che rimuove le emissioni automobilistiche dagli equilibri ambientali”.

Il progetto era partito nel 2018 e le consegne sarebbero dovute partire dal 2019 ma con la crisi covid 19 le consegne sono state posticipate. Il colosso Hyundai è entrato in competizione con la Nikola Motor Company, che aveva annunciato che nel 2021 avrebbe lanciato Nikola Tre. Si tratta di una motrice che dovrebbe avere un’autonomia di quasi 1.000 Km per il trasporto delle merci su lungo raggio. Sarebbero alimentati a batteria, per poi arrivare ad altri due modelli di camion ad idrogeno a partire dal 2023 chiamati Nikola 1 e il Nikola 2.