Home Spettacolo Camilla Parker, la terribile minaccia di morte: “Ho chiamato qualcuno per ucciderti”

Camilla Parker, la terribile minaccia di morte: “Ho chiamato qualcuno per ucciderti”

CONDIVIDI

Camilla Parker nella sua vita è stata umiliata, derisa e ha ricevuto anche delle minacce di morte tanto da aver quasi paura ad uscire di casa.

Camilla Parker, la terribile minaccia di morte: "Ho chiamato qualcuno per ucciderti"
Camilla Parker

Quasi nessuno lo avrebbe mai immaginato, ma Camilla Parker ha ricevuto delle minacce di morte durante la sua lunga vita da amante del Principe Carlo.

La tensione tra Lady Diana e Camilla Parker

Un destino che le ha portate sin da subito a vivere una vita quasi in parallelo. Un rapporto duro, fatto di tensioni e gelosie per quell’uomo che ha sposato la Principessa del Popolo pur amando da sempre quella che oggi è la sua attuale moglie.

Diana è da sempre stata considerata la donna perfetta, mentre Camilla più volte aggettivata in vario modo anche dal popolo inglese che ha visto in lei la rovina di una famiglia reale molto amata. Eppure non tutti sanno che dietro questo rapporto a tre, si nascondono anche delle minacce di morte.

La minaccia di morte al telefono

A raccontare di questo terribile e agghiacciante episodio è il Daily Mail, che ha pubblicato alcune righe della biografia ufficiale della Shand scritta da Penny Junor.

Sembra proprio, infatti, che Camilla sia stata perseguitata e minacciata di morte. A seguito delle rivelazioni di Lady Diana sulla crisi del suo matrimonio, la Shand ha dovuto barricarsi in casa continuamente presa di mira dal gossip e dal popolo inglese.

Sempre nel libro si racconta che nella notte la Shand fosse solita ricevere molte telefonate minatorie e che le frasi riguardassero tutte uno stesso argomento:

“ho mandato qualcuno ad ucciderti. sono fuori dal tuo giardino…li vedi?”

Secondo la Shand la voce dall’altra parte del telefono era quella di Lady Diana. La conferma arriva con il tempo anche da un amico di famiglia, che ha evidenziato di come la Principessa stesse passando piano piano dalla parte del torto.