Home Politica Camera, bagarre in Aula: Sgarbi espulso e trascinato fuori di peso

Camera, bagarre in Aula: Sgarbi espulso e trascinato fuori di peso

CONDIVIDI

“Insulti alle donne”: per tali motivi Sgarbi è stato espulso e portato via di peso dalla Camera, l’assurda scena durante il voto finale per il dl Giustizia.

Camera
Sgarbi espulso dalla Camera

Caos alla Camera durante il voto per il dl Giustizia: la vicepresidente Mara Carfagna ha espulso Sgarbi per insulti diretti  a lei ed alla deputata di FI Giusi Bartolozzi. Il critico d’arte è poi stato allontanato di peso dall’Aula.

Bagarre alla Camera durante il voto

Non sono nuove le bagarre in Aula ma quello che è accaduto oggi alla Camera ha dell’incredibile: Sgarbi è stato portato via di peso dopo essere stato espulso dalla vicepresidente Mara Carfagna.

Non era concorde sul voto per il dl Giustizia, Vittorio Sgarbi, e mentre in Aula stava per essere prodotto il voto finale, l’onorevole ha cominciato ad alzare i toni.

Inizialmente ha puntato il dito contro il caso delle intercettazioni sul Csm:

“Quanto sta accadendo è una nuova tangentopoli”

Ha affermato Sgarbi citando poi le parole di Cossiga nel definire l’Associazione Nazionale Magistrati come “un’associazione a delinquere mafiosa”

A quel punto la deputata di FI e magistrato Giusi Bartolozzi ha ribattuto di non accettare un tale accostamento tra magistratura e mafia ma la situazione è presto degenerata come riporta Tgcom24.

La situazione finisce nel caos: Sgarbi espulso per sessismo

Nonostante la richiesta a Sgarbi della Carfagna di lasciare l’Aula, lo stesso ha inasprito la situazione iniziando a lanciare insulti alla volta sia della vicepresidente che della Bartolozzi.

Rifiutandosi di allontanarsi allora, Sgarbi è stato a quel punto raggiunto da quattro commessi che lo hanno sollevato di peso e condotto fuori a braccia, mentre il 68enne esternava pesantissime parole alla volta delle due donne:

“Vaff***, str**, tr**”

Immediata la reazione della Carfagna che ha definito inaccettabili gli insulti alle donne, ed anche Roberto Fico ha detto la sua, definendo le azioni e le parole di Sgarbi come:

“Un Indegno ed indecente comportamento sessista..Ho dato mandato ai questori di..prendere provvedimenti”.