Home News Calabria, nuovo focolaio coronavirus: istituita la zona Rossa

Calabria, nuovo focolaio coronavirus: istituita la zona Rossa

CONDIVIDI

Coronavirus, un nuovo focolaio. In Calabria sono finiti in zona rossa tre interi quartieri di Palmi.

calabria coronavirus

Si tratta di una mini zona rossa in Calabria, necessaria a scongiurare la diffusione del coronavirus.

Tutelare la salute

In Calabria torna a preoccupare il Coronavirus. La Regione ha, infatti, istituito una mini zona rossa nella città di Palmi in provincia di Reggio. Si tratta di tre quartieri. Sin dalla mezzanotte di oggi, 22 giugno, i residenti dei tre quartieri non potranno allontanarsi. Inoltre, nessuno vi potrà entrare. Viene fatta eccezione di motivi urgenti di salute o comprovata necessità Lo ha previsto un’ordinanza prevista dalla governatrice Jole Santelli.

I tre quartieri si trovano in zona costiera Pietrenere-Tonnara-Scinà. L’ordinanza terminerà alle 14 del 26 giugno. Nel corso di questi giorni, anche le attività commerciali non essenziali dovranno restare chiuse. Possono transitare nell’area: per operatori sanitari e socio-sanitari, forze dell’ordine, forze di polizia, forze armate e vigili del fuoco.

I dettagli dell’ordinanza

Come si legge su Fanpage, che ha riportato una parte dell’ordinanza, sono previsti:

“il potenziamento dell’attività di individuazione di eventuali altri soggetti positivi asintomatici e la valutazione della reale incidenza della patologia nell’ambito dell’area di attuale diffusione del contagio, anche mediante l’installazione di una tensostruttura per i test diagnostici”.

La mini zona rossa è stata istituita perché sono stati dichiarati 8 nuovi soggetti positivi al coronavirus. Il contagio è avvenuto a causa di due soggetti rientrati da fuori regione. Il contagio di ritorno potrebbe peggiorare rapidamente la situazione epidemiologica.

Si tratta di quattro giorni preventivi al fine di tutelare la salute ma anche per salvare la stagione estiva. Si chiede ai cittadini un comportamento rispettoso ed attento.  A precisarlo è stato il sindaco Giuseppe Ranuccio.