Home Cronaca Brescia, accoltella l’anziana madre e si butta dalla finestra: donna arrestata

Brescia, accoltella l’anziana madre e si butta dalla finestra: donna arrestata

CONDIVIDI

Omicidio-suicidio sfiorato a Brescia dove una 54enne ha accoltellato la madre e si è buttata dalla finestra, entrambe si trovano ora in ospedale.

Brescia, figlia accoltella madre
Aggressione con coltello

Il dramma è avvenuto nella provincia di Brescia ed ora la figlia che ha accoltellato la madre dovrà attendere il processo in carcere.

Il dramma dell’omicidio-suicidio a Brescia

Pisogne, piccolo centro nel bresciano, è stato teatro lo scorso 12 agosto di un terribile dramma che ha coinvolto un’intera famiglia.
Secondo quanto emerso dalle ricostruzioni degli inquirenti la follia omicida di una donna 54enne sarebbe scattata nella nottata tra martedì e mercoledì.

La protagonista della vicenda di nome Ivana avrebbe aggredito la madre Camilla 76enne mentre si trovava nel suo letto a riposare. La figlia l’avrebbe ripetutamente colpita con un coltello ferendola gravemente come riporta Fanpage.

La vicenda si sarebbe trasformata in un dramma se l’altro figlio dell’anziana non si fosse accorto di quanto stava accadendo e non fosse accorso nella camera della madre per fermare l’orrore.
L’uomo avrebbe a quel punto disarmato la sorella che brandiva ancora l’arma con le mani insanguinate.

Ivana sarebbe dunque fuggita in camera sua chiudendosi all’interno e colpendosi con un secondo coltello senza però riuscire ad uccidersi: a quel punto in preda alla disperazione si è gettata dalla finestra.

Le due donne ricoverate mentre si attende il processo

La figlia 54enne dopo l’aggressione alla madre avrebbe tentato di suicidarsi: mentre il fratello allertava il 118 si è infatti lanciata da un’altezza di 8 metri.

Nell’impatto Ivana ha riportato gravi ferite e al loro arrivo i sanitari hanno trovato due donne agonizzanti: la madre con ferite da coltello e la figlia con ferite al petto e all’addome oltre al trauma per la caduta.

L’ennesimo caso di violenza in famiglia poteva terminare in un terribile omicidio-suicidio ma per fortuna non è accaduto.
Entrambe le donne sono sopravvissute e sono state portate d’urgenza in due ospedali diversi. La 76enne si trova agli Spedali Civili di Brescia mentre la figlia al Niguarda di Milano in terapia sub intensiva.

Sul posto sono giunti i Carabinieri di Breno per i sopralluoghi necessari all’indagine: per la 54enne è stato emesso un ordine di custodia cautelare da trascorrere in carcere appena si riprenderà.

Secondo il giudice infatti la stessa potrebbe reiterare il reato: da quanto emerso dalle testimonianze dei parenti Ivana soffrirebbe di un disturbo psichico non ancora valutato da professionisti.